J. R. era un daino selvaggio con un corno solo arrivato ad Harlem, New York, circa un mese fa. E sin da subito entrato nei cuori di grandi e piccini che, molto affettuosamente gli avevano riservato uno spazio in un piccolo parchetto. Ora il solitario animale è stato condannato a morte dalle rigide norme che vigono nello Stato. E se ciò fosse poco, era anche iniziata una dura battaglia tutta politica tra le varie amministrazioni. Alla faccia del buon senso.

Dall'altro canto si sono mobilitate diverse organizzazioni di vicini e animalisti che con l'aiuto dei social network tentano di salvare la vita all'innocuo daino.

Star del New York Times

La tenera storia del daino misterioso nasce all'improvviso. Una mattina gli abitanti intorno al Jackie Robinson Park di Harlem, nell'Isola di Manhattan, si trovano con la graziosa sorpresa. Così, hanno avuto il buon senso di non disturbare il pascolo del simpatico animale, ribattezzato J. R., iniziali del luogo divenuta la nuova casa temporanea. Tanto clamore che aveva anche attirato l'attenzione del popolarissimo NYT, il quale le ha dedicato un'intera pagina.

Passati i giorni si era pensato di avvertire le autorità in modo di proteggere il daino da eventuali pericoli. Ed è proprio qui che scatta la “caccia al daino”.

Un pasticcio tutto burocratico

La situazione si complica quando J.

R. decide di andarsene per poi apparire all'interno del giardino di un condominio e la conseguente cattura.

Le leggi statali non consentono di catturare e ricollocare gli animali selvatici, viene considerato un atto crudele. Questo perché le statistiche dimostrano che molti finisco per essere azzannati da altri animali pericolosi.

A meno che si riesca a trasferire in un luogo adatto non lontano dal luogo del primo ritrovamento.

Il braccio di ferro tra burocrazia e politica era nato dopo che il sindaco della Grande Mela, Bill de Blasio, aveva subito firmato l'ordinanza di abbattimento. Scelta non condivisa dal Governatore statale Andrew M. Cuomo, il quale era riuscito a sospendere l'esecuzione in attesa di trovare una nuova casa per l'animale presso l'Inwood Hill Park.

Purtroppo J. R. è morto nella notte. Secondo le testimonianze dei responsabili della struttura dove il daino si trovava chiuso da due giorni, il povero animale non ha resistito al forte stress.