Tragedia questa mattina al porto di Marina di Loano, in provincia di Savona. Intorno alle 6:00, uno yacht di 22 metri ha improvvisamente preso fuoco, provocando la morte di tre persone. Immediato l'intervento di polizia, 118, Capitaneria di Porto e Vigili del Fuoco. Il natante, battente bandiera tedesca e frequentante il porto Savonese da circa un anno, sarebbe stato occupato da due coppie che, dopo essersi coricate per la notte, sarebbero state risvegliate dalla luce delle fiamme.

Una donna, 51enne, è riuscita a gettarsi in acqua appena in tempo per salvarsi, mentre per le altre tre persone non c'è stato niente da fare: i due consorti e la sorella della donna sono morti carbonizzati nell'incendio.

I soccorritori, intervenuti prontamente nelle prime ore di questa mattina, hanno tentato in tutti i modi di salvare i tre occupanti, anche provando a tagliare lo scafo, ma il forte incendio ha bloccato le vittime nella cabina a prua dell'imbarcazione, condannandole a morte certa.

Yacht affondato

Lo yacht, un Maiora di 22 metri, denominato Southern Confort, è affondato a causa delle fiamme. I vigili del fuoco, intervenuti con carri autoprotettori per la riserva d'aria e con un'autobotte, vista l'intensità del rogo, hanno tentato in tutti in modi di salvare le tre persone rimaste a bordo, ma senza successo. La sopravvissuta, gettatasi in acqua appena in tempo, è stata recuperata dai pompieri e trasportata d'urgenza al vicino ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, dove è ancora ricoverata in stato di shock, ma non in pericolo di vita.

I migliori video del giorno

Ignote le cause che hanno fatto scatenare l'incendio di questa mattina al porticciolo di Marina di Loano, in provincia di Savona. I vigili del fuoco sono ancora a lavoro per estrarre i corpi delle tre vittime dalle lamiere carbonizzate dello yacht di 22 metri Southern Confort, battente bandiera tedesca, affondato nelle acque del Mar Ligure. Il rogo ha provocato la morte di tre turisti che frequentavano abitualmente il porto italiano da circa un anno.