La storia dei 'Desaparecidos' è una piaga storica che anno dopo anno ha riempito i libri di scuola, per coloro che hanno frequentato i loro studi dalla metà degli anni '80 in poi. Pensare che si studiava qualcosa che non era poi così lontano nella linea temporale. Alcune dittature infatti, hanno fatto il loro corso fino al 1980. La storia ha sempre dato molto spazio a quelle che sono le vittime dei regimi dittatoriali, ma quella dei 'desaparecidos' rappresenta una storia completamente a sé, perché all'interno di uno scatolone dove si racchiudono i soprusi di un regime, loro hanno un'identità a sé stante.

Probabilmente perché la storia ha rappresentato un dolore comune, visto che in Sud America le vittime sono state di diverse etnie, in quanto il continente sudamericano era stato per molti anni meta di viaggiatori in cerca di fortuna.

Molti italiani, ma non solo loro, si erano stabiliti in maniera definitiva in alcuni stati del continente: Bolivia, Perù, Brasile, Argentina e così via. Forse una componente che lo ha reso un mondo a parte, è come la repressione degli oppositori al regime non sia stata circoscritta all'interno del solo stato in cui vi era la dittatura, ma si era creato un fronte comune tra i vari dittatori del Sud America, che avevano dato vita al Piano Condor. Movimento di controllo e repressione che era nato spontaneamente, ma che poi aveva cominciato a essere un fenomeno di largo utilizzo.

'Desaparecidos' italiani: processo 'Condor' a Roma

Il processo 'Condor' si è svolto a Roma e ha riguardato i 'desaparecidos' italiani. Tra gli anni '70 e gli anni '80, gli italiani che si erano oramai stabiliti in Sud America erano tantissimi.

I migliori video del giorno

In quel preciso periodo, i figli che erano nati nel luogo studiavano nelle scuole sudamericane. Molti di questi scomparsi sono giovani del movimento studentesco come avvenuto in Argentina, e trattati come dissidenti politici sono stati chiusi in carcere per poi sparire nel nulla. Spesso anche diverse famiglie, se ritenute compiacenti, hanno avuto la stessa sorte. A Roma si è finalmente chiuso il processo e sono arrivate alcune condanne, anche se molti personaggi coinvolti nei regimi dittatoriali oramai non sono più in vita.

Per i 'desaparecidos' italiani è la vittoria di Pirro

Sentenza avvenuta per il processo Condor, per coloro che sono coinvolti nel caso dei 'desaparecidos' italiani, con 8 condanne all'ergastolo e 19 assoluzioni. Risultato che per i familiari ancora vivi delle vittime non soddisfa moltissimo, ma è comunque la fine di un percorso lungo oltre 40 anni. Si parla di vittoria di Pirro, perché molti personaggi che sarebbero dovuti essere perseguiti dalla legge oramai non ci sono più, e dei 27 che potevano essere condannati più della metà sono stati assolti.

In ogni caso finalmente si chiude una vicenda storica che ha lacerato i cuori di molti italiani. La dittatura storica è un fenomeno che ancora oggi è difficile anche solo da raccontare, basta vedere la reazione istintiva del popolo che l'ha vissuta, quando si cerca di portare un regime in tv [VIDEO] in qualche film o fiction come sfondo storico.