L’Abruzzo è stato colpito da una fitta nevicata e alcune zone della regione sono in piena emergenza a causa dell’abbondante coltre bianca che ricopre il terreno. I fiocchi continuano a cadere incessantemente e soltanto dalla giornata di giovedì 19 gennaio 2017 dovrebbe attenuarsi la situazione. La criticità, però, coinvolge anche altre regioni del centro-sud, dove scuole e uffici sono stati chiusi a causa della neve in parecchie città. Nelle aree di Teramo e Chieti, le zone maggiormente colpite, è stato inviato persino l’esercito per cercare di aiutare la popolazione. I disagi si avvertono anche negli spostamenti, non solo su strada, ma anche su rotaia.

A tal proposito, si registra l’attivazione del piano neve da parte di Trenitalia. L’azienda del gruppo FS ha annunciato la soppressione di alcuni treni in Abruzzo. Di seguito vi riportiamo l’elenco completo dei convogli cancellati lungo le tratte ferroviarie regionali.

Piano neve di Trenitalia: treni cancellati in Abruzzo

Criticità si registra sulla linea Pescara-Sulmona, dove si è deciso di prendere un provvedimento drastico, andando a sopprimere i treni 3184, 3190, 3208, 3180, 3219 e 3223. Non va meglio alla linea Pescara-Termoli, che sconfina in Molise, nonostante rimanga lungo la costa adriatica. In questo caso, la cancellazione riguarda i treni 12075, 12074, 12076 e 12121. Spostandoci sulla linea Pescara-Teramo, invece, abbiamo la soppressione di alcuni treni (3182, 3190, 3192, 3222, 12094, 3181, 3189 e 12049), mentre di altri è di tipo parziale: 3186 da Giulianova a Teramo, 12039 da Giulianova a Pescara e 3185 da Teramo a Giulianova.

I migliori video del giorno

Le condizioni avverse avevano portato alla cancellazione di alcuni treni dell’azienda delle Ferrovie dello Stato anche nelle Marche nei giorni scorsi, ma sembra tutto ripristinato. Trenitalia ha invitato i passeggeri a tenersi informati attraversi il canale social di Twitter (@FSnews_it) per ricevere aggiornamenti sulla situazione. Nelle ultime ore, a causa di una scossa di terremoto che ha coinvolto il centro Italia, si è appresa la sospensione cautelare, per consentire le verifiche tecniche, di diverse tratte ferroviarie tra Marche, Abruzzo e Lazio. Come se non bastasse, dunque, oltre alla neve, ci si mette anche il sisma a rendere maggiormente critica la situazione di queste regioni. Prima di lasciarvi, vi invitiamo a seguirci per ricevere ulteriori news a riguardo, cliccando sul tasto in alto.