Un aereo da guerra dell'aviazione nigeriana ha colpito per errore, ieri 17 gennaio, un campo profughi poco lontano dalla cittadina di Rann, nello Stato del Borno. Si tratta di una delle zone in cui si registra la maggiore presenza di miliziani dell'organizzazione terroristica Boko Haram, tristemente famosa per essere la responsabile di rapimenti, attentati e violenza in tutta la Nigeria.

Pubblicità
Pubblicità

Al momento del bombardamento il campo era pieno di civili che proprio a causa delle violenze di Boko Haram sono stati costretti ad abbandonare le loro case; nel campo ci sono, oltre alle tende dormitorio, anche scuole e centri ricreativi per bambini e ragazzi e un centro medico.

L'ammissione dell'errore

Le forze armate nigeriane sono state costrette dall'evidenza dei fatti ad ammettere il grave errore di valutazione: l'aereo da guerra stava andando in missione con l'obiettivo di colpire e distruggere una delle maggiori basi di addestramento dei miliziani islamisti di Boko Haram che si trova poco lontano dal campo rifugiati.

Un campo profughi in Nigeria in cui manca veramerte tutto.
Un campo profughi in Nigeria in cui manca veramerte tutto.

Uno dei capi militari nigeriani ha dichiarato: "Sfortunatamente il bombardamento ha avuto luogo. Purtroppo a risultare colpiti sono stati dei civili che si trovavano nei dintorni. Questi sono i risultati della ‘nebbia di guerra’. È deplorevole. Ed è per questo che questa guerra deve finire".

La denuncia di Croce Rossa e MSF

Per un errore umano è stato il campo profughi ad essere colpito e questo ha creato sdegno e molta sofferenza in tutta la Nigeria: all'interno del campo c'erano molti operatori della Croce Rossa che ogni giorno prestano assistenza ai rifugiati.

Pubblicità

Sei di loro hanno perso la vita, mentre altri tredici sono rimasti feriti. La Croce Rossa ha espresso sul suo sito e sui suoi account social cordoglio per gli operatori colpiti e vicinanza alle loro famiglie.

Medici senza frontiere, l'altra organizzazione umanitaria che operava sul campo, tramite un portavoce ha fatto sapere di essere assolutamente sotto shock per la tanta brutalità nei confronti di chi già aveva perso tutto: "Questo attacco su vasta scala su persone che già erano fuggite da una violenza estrema è scioccante e inaccettabile".

I problemi in Nigeria

La Nigeria è uno dei Paesi africani con più problemi: povertà estrema che attanaglia la stragrande maggioranza della popolazione, gravi casi di denutrizione e carenze alimentari nei bambini, corruzione diffusa e dilagante, prostituzione minorile e traffici illeciti di ogni tipo.

In mezzo al caos l'organizzazione terroristica Boko Haram ha potuto proliferare e attirare con false promesse tanti giovani in cerca di un futuro migliore che vengono in realtà usati come attentatori suicidi nel caso dei ragazzi, o come schiave sessuali nel caso delle ragazze.

Pubblicità

Leggi tutto