Mai come in questo caso corrisponde al vero che la realtà supera la fatasia molto più spesso di quanto crediamo. Questa mattina un elefante è stato visto aggirarsi nel quartiere napoletano di Secondigliano, non distante dal carcere. Impossibile non notare il pachiderma dal peso di circa 40 quintali e dalla stazza imponente. L'elefante ha quindi fatto la sua apparizione nella vita cittadina fermandosi preso una aiuola spartitraffico per mangiare un po' d'erba.

La presenza del portentoso animale non poteva certo sfuggire all'attenzione dei passanti. Come avviene in questi casi, si è formato un codazzo di persone, qualcuno non ha perso l'occasione per fermarsi a fotografarlo.

Soprattutto i bambini, hanno voluto serbare un ricordo di questo memorabile episodio, facendosi immortalare in compagnia dell'assonnato animale, ancora rintronato dal trambusto dei botti nella notte di Capodanno.

Dell'episodio si è interessata anche Radio Marte, che si occupa non soltanto di musica ma anche di cronaca e attualità, che ha documentato quanto accaduto pubblicando un video su Facebook.

Elefante a Secondigliano

Ma a cosa si deve la presenza del pachiderma? E' presto detto: nella vicina Scampia qualche giorno fa è arrivato il Circo di Francia a cui appartiene l'animale. Il proprietario del circo ha spiegato che l'elefante proprio a causa dei botti e dei petardi sparati nella notte di Capodanno, era un po' nervoso e quindi per farlo rilassare l'hanno portato a passeggiare e prendere un po' d'aria di buon mattino.

I migliori video del giorno

Elefante: caratteristiche

Gli elefantidi appartengono alla famiglia di mammiferi Proboscidati. Ne esistono tre specie viventi: l'elefante indiano asiatico, l'elefante africano e infine l'elefante africano delle foreste. Tra gli animali terrestri sono quelli caratterizzati dalla mole maggiore. La lunga proboscide si presenta mobile e i due incisivi, ovvero le zanne, sono particolarmente sviluppati. Le zanne possono raggiungere anche 20 chili. L'elefante vive in prevalenza nelle foreste, in prossimità dell'acqua ed è capace di coprire distanze enormi in poco tempo.