Due autobombe cariche di esplosivo sono saltate in aria in un probabile nuovo attacco terroristico che colpisce ancora una volta la Turchia.

La dinamica dell'attentato a Smirne

Nel parcheggio dinanzi al Palazzo di Giustizia della città turca due autobomba sono esplose all'improvviso provocando la morte di un impiegato del tribunale e di un poliziotto oltre a una decina di feriti. Questi sono i dati che emergono da un bilancio provvisorio dell'accaduto. Gi attentatori presenti nell'area colpita sono stati tempestivamente rintracciati e attaccati dalle forze dell'ordine in un brutale scontro a fuoco. Il numero definitivo dei terroristi coinvolti non è ancora certo ma due di loro sono stati feriti e catturati, mentre un terzo è riuscito a scappare.

Precisamente la prima autobomba è stata lasciata dai terroristi nel punto esatto del check point dove la polizia effettua i controlli all'ingresso della zona, mentre la seconda era invece posizionata in un quartiere vicino. Secondo la polizia turca gli autori dell'attacco erano armati con kalashnikov, un bazooka e almeno otto bombe a mano.

Le prime ipotesi di rivendicazione

Secondo il governatore della città di Smirne, Erol Ayyildiz, l'attacco potrebbe provenire dalla compagine indipendentista terroristica curda dei Pkk. E' anche vero che al momento la Turchia è nel mirino di diverse identità terroristiche come il movimento anti Isis. Sono diverse infatti le tensioni internazionali che riguardano il paese del presidente Recep Tayyip Erdogan che all'interno continua ad imporre una decisa e crudele imposizione antidemocratica.

I migliori video del giorno

Il momento critico della Turchia

Solo in un pomeriggio nel paese sono stati emessi ben 380 ordini di detenzione nei confronti di persone accusate di essere coinvolte nel movimento di Fetullah Gulen il responsabile secondo il governo del golpe mancato. Dopo l'ultimo attentato a Istanbul avvenuto nella notte di Capodanno in un noto locale del quartiere europeo, la situazione del paese si complica notevolmente e le potenze coinvolte in questi atti terroristici creano confusione destabilizzando le indagini governative creando terrore in tutto il paese.

Smirne infatti, una città situata nella parte della costa occidentale della Turchia è uno dei luoghi in cui si stanno sviluppando le indagini dell'attentato di Capodanno.