Storia a lieto fine per un cane meticcio tipo Dogo Argentino di circa due anni quella che si è svolta a Livorno nella giornata di lunedì 9 gennaio e solo ora resa nota alla stampa.

Un passante si accorge di un cane che tenta di uscire si casa, saltando dalla finestra aperta situata al piano terra. Sfortunatamente l'animale a causa della corta catena a cui era legato, rimane impiccato e penzoloni fuori dalla finestra. Solo il pronto intervento del passante riesce a salvare l'animale dal soffocamento, l'uomo infatti nota degli oggetti di fortuna nelle vicinanze e non esita ad usarli per salvare l'animale. Posiziona una sedia da giardino e alcune tavole sotto le gambe del cane in modo da evitare lo strangolamento.

Terminate le prime ed urgenti procedure per mettere alla meglio in sicurezza il cane, il passante chiama la polizia municipale di Livorno.

Il resoconto delle indagini della polizia municipale

La pattuglia giunta sul posto si è subito resa conto della gravità della situazione dell'animale e provvedeva a liberarlo dalla catena. Dalle indagini e dalla ricostruzione dei fatti la polizia municipale racconta che Il Dogo Argentino era stato lasciato solo in una casa abbandonata di proprietà del comune ed era stato legato con una catena corta alla zampa della rete usata come letto con attorno spazzatura e feci. Grazie al chip veniva rintracciato il proprietario del cane che veniva denunciato per detenzione di animale in condizioni incompatibili alla sua natura, ex articolo 727 del codice di procedura penale.

I migliori video del giorno

Gli agenti raccontano che il proprietario aveva scorciato la catena perchè qualche giorno prima il Dogo Argentino aveva saltato la finestra e in questo modo pensava che non potesse più farlo, invece si era trasformata in un cappio mortale.

L'affidamento del cane

Oggi Mercoledì 18 gennaio 2017, il cane sequestrato è stato affidato all'associazione di volontariato ATA-PC ( associazione tutela ambiente e Animali protezione civile). L'ATA-PC si è accollata tutte le spese di mantenimento e l'animale ha trovato finalmente una cuccia in cui dormire ed un'area di sgambatura tutta per se in un terreno privato di un socio di ATA-PC ed è a disposizione dell'autorità giudiziaria.