Un suv che si scaraventa contro la folla, diverse persone finiscono a terra. Spari e terrore nel cortile del Parlamento. E' stato un pomeriggio di paura a Londra, l'ultima notizia arriva direttamente dal deputato conservatore David Lidington, che racconta di un poliziotto ferito e di diversi spari rivolti al presunto assalitore. Le forze dell'ordine si sono messe subito al lavoro, mentre Sky News rivela che l'uomo è stato ucciso. L'intero edificio adesso è sotto l'occhio vigile delle autorità e il programma odierno è stato ovviamente sospeso.

Pubblicità
Pubblicità

Per Scotland Yard è terrorismo

Secondo Scotland Yard l'attacco è da considerare a tutti gli effetti un evento terroristico. Secondo i rumors, il presunto attentatore sarebbe un quarantenne asiatico. Come sia potuto succedere è ancora da capire, la zona intanto è stata bloccata dalla sicurezza. Il Daily Mail tenta di ricostruire il fatto, spiegando che l'uomo impugnava un coltello e si trovava dentro il Palazzo, dopo che il suv si era scaraventato su una decina di persone.

Pubblicità

L'autista del veicolo sarebbe sceso armato con tutte le intenzioni di irrompere nel compound. Alcuni colpi di pistola attorno alle 14.35, poi tanta confusione attorno al Parlamento.

Un morto e dodici feriti: la ricostruzione di Quentin Letts

Quentin Letts, giornalista del Daily Mail, ha raccontato le dinamiche del presunto attentato: "L'uomo impugnava qualcosa in mano, due poliziotti vestiti di giallo lo hanno affrontato ma uno di loro è andato giù.

Mentre correva via due poliziotti armati lo hanno avvertito, urlandogli qualcosa. Lui ha proseguito, poi hanno sparato due, tre volte ed è caduto". Un reporter del luogo sostiene di aver visto almeno dieci persone ferite in zona Westminster e per altre fonti le persone colpite dal suv sarebbero almeno dodici. La polizia sta intensificando i controlli e ha allontanato i turisti dalla zona, suggerendogli di cambiare meta.

Le autorità sarebbero operative anche in elicottero: dopo l'attacco il Parlamento è sotto la lente di ingrandimento.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto