Sono almeno 22 i morti e 60 i feriti dell'attentato, l'attacco è avvenuto poco le 22.30 alla Manchester Arena, dove Ariana Grande si era esibita in concerto. Non si sa ancora l'origine dell'attentato, alcuni parlano di una bomba farcita con chiodi, altri invece di un attentatore suicida. Quella che doveva essere una notte di gioia e di festa, dove a partecipare vi erano coppie di giovani, gruppi di amici e famiglie, si è trasformata nel giro di pochi minuti in una vera e propria tragedia.

Sono molte le immagini e i video che girano sui social, mostrando il panico, ambulanze fuori dall'Arena, persone sanguinanti ridotte in fin di vita. Squadre di soccorritori che lavorano strenuamente, artificieri che controllano pacchi sospetti e cosi via. L'esplosione è avvenuta davanti alla biglietteria, dove gruppi di ragazzi stavano cercando di uscire, inconsapevoli di quello che gli sarebbe successo pochi minuti dopo.

I video filmati dai presenti, mostrano le chiare urla di terrore della folla. Gruppi di tassisti si sono offerti di accompagnare gratuitamente le vittime dell'attentato nelle proprie case.

La matrice terroristica

Molto probabile è la matrice terroristica che si cela dietro l'attentato. In pochi minuti si è scatenato il panico, inizialmente si è parlato di due esplosioni, poi è stato rinvenuto un secondo pacco sospetto che però si è rivelato non essere pericoloso.

Attualmente la polizia britannica prosegue la pista terroristica, collaborando con le varie organizzazioni antiterroristiche internazionali

La premier britannica Theresa May ha inviato un messaggio di cordoglio a tutte le famiglie coinvolte nell'attacco, intanto le campagne elettorali sono state sospese. Il paese di preparava alle elezioni anticipate dell'8 giugno, tappa molto importante per la Brexit.

Tra i presenti vi è anche un testimone italiano che racconta la dinamica dell'attentato, dicendo di aver udito una forte esplosione e successivamente le sirene della polizia, come certezza che qualcosa di veramente grave era successo.

Ad essere colpiti sono stati dunque i giovani, l'ultimo attacco terroristico in Inghilterra risaliva al lontano 2005, dove il bilancio dei morti fu più elevato ben 52 morti e 700 feriti.

Inizialmente il numero constatato di morti era 19, ora è aumentato a 22, si spera non aumenti ancora. Questa è una delle più grandi ondate terroristiche di tutti i tempi, mentre la gente muore, loro continuano indisturbatamente nel loro intento.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto