Il presidente degli Stati uniti d'America, Donald Trump, è arrivato ieri in Sicilia, per prendere parte al G7 che si apre oggi a Taormina. Prima di raggiungere l'Isola, Trump ha partecipato a un vertice straordinario della Nato a Bruxelles. Insieme alla moglie Melania, che indossava un tubino nero senza maniche, il presidente statunitense è stato accolto dalle autorità italiane all'aeroporto militare "Cosimo Di Palma" di Sigonella, sede del 41º Stormo AntiSom e dell'11º Reparto manutenzione velivoli dell'Aeronautica militare italiana.

L'aeroporto è situato tra la contrada Sigonella di Lentini, nel Siracusano, e i comuni di Catania, Belpasso e Motta Sant'Anastasia. Ospita anche la Naval air station Sigonella dell'Aviazione di marina statunitense. La base è utilizzata, inoltre, per operazioni della Nato. Giunti a Sigonella, Donald Trump e Melania sono saliti su un elicottero presidenziale, destinazione Taormina, poco più di 11 mila abitanti, nel Messinese, uno dei centri turistici internazionali di maggiore rilievo della Sicilia, nota e apprezzata per la qualità dei paesaggi naturali e delle bellezze marine, nonché per i monumenti storici. Uno dei luoghi più suggestivi è il Teatro greco, dalle cui gradinate si vedono le coste della Calabria, la città di Siracusa e la vetta dell’Etna.

I partecipanti

Per due giorni, fino al 27, le attenzioni saranno puntate proprio su Taormina, per il vertice dei capi di Stato e di Governo del G7, il gruppo delle principali economie industrializzate del quale fa parte, come membro non enumerato, anche l’Ue. Per la sesta volta che l’Italia assume la presidenza del G7. La prima volta risale al 1980, a Venezia. La città lagunare ha ospitato anche il vertice nel 1987.

Poi Napoli nel 1994, Genova nel 2001 e L’Aquila nel 2009. Il G7 è il gruppo intergovernativo informale che riunisce le principali sette economie dei Paesi avanzati. Oltre a Trump, l'elenco dei partecipanti comprende il primo ministro del Canada, Justin Trudeau; il primo ministro del Regno Unito, Theresa May; la cancelliera federale della Germania, Angela Merkel; il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron; il primo ministro giapponese, Shinzo Abe; il premier italiano, Paolo Gentiloni; il presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker e il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Il programma

Il G7 a guida italiana si presenta con un programma articolato su tre pilastri fondamentali: tutela dei cittadini, sostenibilità economica, ambientale e sociale e riduzione delle disuguaglianze; innovazione, competenze e lavoro nell’era della Nuova rivoluzione della produzione. Il logo della presidenza italiana del G7 prende spunto dal teatro antico di Taormina e rappresenta graficamente i valori alla base del summit: umanesimo, cultura e dialogo.

Imponente lo spiegamento di forze per garantire la sicurezza. Il quadro completo degli impegni: oggi, alle 11,30 cerimonia inaugurale e foto di famiglia; dalle 12,30 alle 17,15 sessione di lavoro G7 all'hotel San Domenico; alle 19 concerto dell'Orchestra filarmonica della Scala al Teatro greco; alle 20 cena dei leader, con il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, all'hotel Timeo.

Domani, sabato, alle 8,30 cerimonia di benvenuto ai Paesi invitati e alle organizzazioni internazionali; dalle 9,15 alle 11,15 sessione di lavoro "outreach" all'hotel San Domenico; alle 11,15 foto di gruppo; dalle 11,45 alle 14,30 sessione di lavoro G7; alle 15 conferenza stampa del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. A seguire le conferenze stampa dei leader G7.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto