Può tornare in Italia Iceberg, il 'dogo argentino' dello chef avellinese Giuseppe Perna prima sequestrato e poi condannato a morte in Danimarca, Paese nel quale questa tipologia di razza canina è vietata, perchè ritenuta troppo aggressiva. Storia a lieto fine, dunque, per il cane e il suo padrone. È soprattutto grazie alla tenacia di quest'ultimo che è stato possibile far rimpatriare Iceberg: grazie alle numerose segnalazioni di Perna, infatti, si sono mobilitati numerosi organi per la protezione degli animali, tra cui l'Enpa. La decisione della "grazia" concessa al cane è stata comunicata dall'ambasciatore danese in Italia, che sul proprio profilo Twitter ha scritto all'associazione animalista precedentemente citata per annunciare la decisione.

Iceberg torna in Italia: Giuseppe Perna riabbraccia il suo cane

Per il rilascio di Iceberg, si è mobilitata anche la politica. Dopo l'avvenuta decisione del suo rimpatrio, il ministro danese dell'ambiente, Esben Lunde Larsen, si è detto favorevole. In Italia, la questione è stata presa a cuore soprattutto da Michela Vittoria Brambilla, nota per la sua sensibilità riguardo al maltrattamento degli animali, e dai Verdi', che hanno contribuito al rimpatrio di Iceberg con una petizione.

Nonostante il 'dogo argentino' sia una razza proibita in Danimarca, l'animale aveva fatto ingresso nel Paese senza incontrare il parere negativo della dogana. Lo chef Giuseppe Perna (che lavora in Danimarca) si era assicurato che tutti i documenti di Iceberg fossero in regola prima della partenza.

L'episodio che ha portato al sequestro di Iceberg è stata una zuffa con un altro cane. Solo a quel punto, Perna aveva scoperto il divieto di ingresso al 'dogo argentino' in Danimarca, pena l'abbattimento dell'animale. Con caparbia e amore verso il suo fido, lo chef avellinese non ha gettato la spugna. Anzi, ha dato vita ad una vera e propria battaglia legale, con il coinvolgimento delle associazioni animaliste.

Numerose sono state anche le petizioni online: in particolare, quella sottoscritta dai 'Verdi' ha raggiunto 340.000 firme per far rimpatriare Iceberg.

Anche il mondo della musica si è mobilitato a sostegno della causa che ha coinvolto Giuseppe Perna e il suo amato cane. La cantante Noermi è stata ricevuta, nientepopodimeno, all'ambasciata danese.

massima soddisfazione da parte della presidente di Enpa, Carla Rocchi: "Accolgo con estrema gratitudine la notizia dell'ambasciatore Lorenzen. Questa è una grande vittoria di tutti. Adesso auspico che Iceberg possa tornare quanto prima in Italia".