Una torbida vicenda sfociata nella follia. Un 33 enne di Bertinoro originario del Cesenate è stato arrestato dai carabinieri del luogo, per sequestro di persona a scopo di estorsione. L'uomo ha vessato la sua fidanzata per 12 ore rinchiudendola in casa, per convincerla a piegarsi alle sue perversioni sessuali. Voleva infatti coinvolgerla in un gioco erotico a tre, con un'altra donna.

La vicenda

I due fidanzati si erano conosciuti qualche mese fa su facebook. Lei una 19enne originaria di Roma, lui un 33enne residente in un piccolo comune della provincia di Forlì.

I due avevano cominciato una relazione molto esplicita fin da subito, dove il ragazzo aveva più volte manifestato l'interesse per esigenze carnali particolari. Da sempre aveva cercato di convincere la giovane ad avere con lui e un'altra donna un rapporto intimo a tre. Dopo varie insistenze alla fine la ragazza aveva ceduto alle voglie di lui. Così la fidanzatina aveva cercato di combinare un incontro, prima con un'amica e poi con una prostituta ma senza successo. In occasione del ferragosto, lei aveva raggiunto il compagno nella casa di lui a Bertinoro, con l'intento di assecondare il suo impulso proibito. Dopo alcuni tentativi falliti di trovare una terza consenziente, lui si è adirato chiudendo la ragazza in casa, minacciandola di non liberarla finchè non avesse raggiunto il suo "depravato" scopo.

L'intervento dei carabinieri

La 19enne era libera di circolare all'interno dell'abitazione, e non ha subito nessun tipo di violenza, ma era visibilmente terrorizzata. Tramite sms è riuscita a contattare un'amica romana che ha dato subito l'allarme, chiamando i Carabinieri. In poche ore il nucleo operativo radiomobile di Mendola ha trovato il casolare, nel quale la ragazza era tenuta segregata.

I militari hanno liberato la vittima dopo una reclusione forzata durata più di 12 ore e hanno arrestato il fidanzato.

L'accusa

Il giovane è stato fermato con l'accusa di sequestro di persona, ma anche di estorsione, perché ha minacciato sia la sua fidanzata che l'amica di lei ripetutamente. La ragazza amica della sua compagna si era rifiutata di prestarsi a giochi sessuali non convenzionali con lui, e per questo era stata tormentata.

In più ha anche più volte ricattato la compagna di mostrare ai genitori di lei, fotografie succinte di loro due insieme, per convincerla al rapporto a tre. Una storia rocambolesca per certi aspetti, una perversione sfociata nell'insania e nel paradosso.