Felice e contento, dopo un lungo giorno senza il papà, ha atteso il suo arrivo e non appena lo ha visto arrivare, si è sporto entusiasta dal terrazzo di casa e...il vuoto. È quanto accaduto ad un bambino di 7 anni di origini albanesi che nella serata di lunedì scorso ha rischiato di perdere la vita. Da un momento di gioia si è passati alla disperazione: il piccolo stava aspettando il padre da ritorno da lavoro e, tenendosi con le manine nella ringhiera, si sarebbe sporto un po' troppo finendo giù, nel vuoto, facendo un volo di circa dieci metri.

Il dramma è accaduto al secondo piano di una palazzina, alla periferia di Albano. Il bambino si era da poco trasferito dalla zia, insieme ai genitori e alla sorellina, nei pressi della via Appia, in vicolo della Villetta, al confine con Castel Gandolfo. Fortunatamente si può parlare di dramma e non di tragedia: il piccolo, infatti, è stato veramente "miracolato". Dopo la caduta è riuscito ad atterrare sulle sue gambe. La conseguenza è stata una frattura alle caviglie e ai talloni. Ancora sotto shock i genitori e i vicini che non credono a quanto hanno assistito.

La dinamica

A distanza di ore dalla vicenda, i carabinieri della compagnia di Castel Gandolfo, giunti sul posto insieme alle volanti del Nucleo Radiomobile, hanno ricostruito l'esatta dinamica dell'incidente: il bambino, dopo cena, sarebbe salito sul piano mansardato insieme alla sorellina per giocare e aspettare il padre. Nel frattempo, la madre, si trovava in casa impegnata nelle faccende domestiche.

Intorno alle 23, il piccolo, che ha un carattere molto vivace - raccontano alcuni testimoni - ha iniziato a dimensarsi facendo cenni, saluti e sorrisi al papà che rientrava dal lavoro. All'improvviso, in un batter d'occhio, ha perso l'equilibrio ed è caduto nel vuoto. Il padre, ancora in stato confusionale per quanto ha assistito in diretta, non ha potuto far altro che guardare la scena terribile che si stava presentando sotto i suoi occhi.

Fortunatamente nessuna macchina è transitata in quegli istanti. Tempestivo l'intervento dei genitori che hanno preso il piccolo, lo hanno caricato in auto e lo hanno trasportato nell'ospedale San Giuseppe di Albano.

Il quadro clinico del bambino non faceva ben sperare: le sue condizioni sembravano disastrate. Subito, da parte dei medici, la richiesta del trasferimento del piccolo al nosocomio di Roma specializzato nei casi infantili, al Bambin Gesù.

Lì il piccolo è stato operato d'urgenza. Le sue condizioni sono stabili e dovrà riprendersi per almeno un mese di cure. Per fortuna è fuori pericolo. Per guarire del tutto, però, ci vorrà molto più tempo.

Mamme, stress e mancanze

Sempre tante, troppe, le tragedie che ogni giorno vedono coinvolti i bambini: quelle più recenti riportano a vere e proprie disgrazie da cui non si può tornare indietro. Come il caso della bambina azzannata dai due pitbull di famiglia o come la tragedia di Arezzo, dove una mamma ha dimenticato la figlioletta in auto pensando di averla accompagnata all'asilo.

La piccola, di soli 18 mesi, è morta poco dopo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto