Una macabra vicenda, un efferato omicidio senza un muovente definito. E' stato brutalmente ucciso a Montesilvano, in provincia di Pescara, un giovane di 21 anni. L'omicidio è avvenuto intorno alle 3 del mattino all'interno di un locale notturno molto rinomato, il ristorante-bar Birrami, dove la vittima, Antonio Bevilacqua, stava trascorrendo la serata. I Carabinieri del luogo hanno già aperto un'inchiesta sulla vicenda per ordine del pubblico ministero Paolo Pompa. Il muovente dell'omicidio è ancora sconosciuto.

L'omicidio

Antonio Bevilacqua, giovane di 21 anni, era già sposato e padre di una bimba di 5 mesi.

Era noto alle forze dell'ordine per alcuni piccoli precedenti penali. La sera dell'omicidio stava trascorrendo la serata al ristorante- bar Birrami, un noto locale in località Moltesilvano, in provincia di Pescara. Intorno alle 3 del mattino un uomo con il volto coperto da un passamontagna è entrato nel ristorante con un fucile di grosso calibro e ha sparato al giovane ferendolo mortalmente a volto. Il ragazzo è deceduto quasi subito. L'assassino poi si è allontanato velocemente dal locale a piedi o su un'auto guidata da un complice facendo perdere le sue tracce.

Le indagini

I carabinieri hanno già iniziato le indagini sul delitto. Il presunto colpevole è attualmente ricercato dalle forze dell'ordine per omicidio volontario. Sono già stati ascoltati alcuni testimoni che erano presenti nel locale e che hanno assistito all'assassinio.

Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, il Bevilacqua aveva avuto una discussione con alcune persone del ristorante, ed è possibile che tra questi possa esserci il presunto colpevole. L'omicida, infatti, potrebbe essersi allontanato dal pub mentre la vittima era ancora dentro e poi potrebbe essere tornato per vendicarsi, uccidendo il ragazzo.

Ma è solo un'ipotesi non confermata. Gli investigatori hanno escluso infatti che il movente sia dovuto ad un coinvolgimento del giovane in attività illecite o dissapori fra bande rivali. I militari hanno anche già visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona, che potrebbero avere ripreso l'omicida mentre fuggiva, L'identità del colpevole è ancora sconosciuta.

I carabinieri hanno già diramato il bollettino di ricerca a tutte le pattuglie della zona. Un brutale omicidio senza un movente ben definito, un delitto che non sembra un regolamento di conti fra bande, ma che lascia parecchi interrogativi in sospeso.

Segui la nostra pagina Facebook!