giuliano fildigrano è stato barbaramente aggredito e picchiato da 6 ragazzi immigrati nei pressi della stazione ferroviaria di Novara il 16 ottobre scorso intorno alle ore 22:30, ma la notizia è stata resa nota soltanto nelle ultime ore dal famoso e popolare manager dei vip Lele Mora mediante un post condiviso sulla sua pagina Facebook. Il giovane e aitante ex spogliarellista dei Centocelle è stato attaccato all'improvviso e inizialmente da due ragazzi di colore mentre era impegnato in una conversazione telefonica.

«Da subito capisco che mirano a portarmi via il cellulare - ha raccontato Fildigrano sui social - io abbasso il telefono e dico: "Ragazzi non ho nulla da darvi non ho soldi". Quello più alto dei due mi dice con un accento chiaramente nordafricano: "Zio stai buono, ti conviene, abbiamo anche il ferro. Io spaventato inizio a correre velocissimo e questi due mi rincorrono ed esclamando qualcosa nella loro lingua ne sono sopraggiunti altri tre forse quattro. Mi hanno bloccato e messo contro un muro e hanno iniziato a darmi calci e pugni».

Il racconto shock di Fildigrano

Sulla pagina Facebook ufficiale dell'ex grande amico di Fabrizio Corona, Lele Mora, sono state condivise le foto dell'aggressione subita da Giuliano. Il 33enne intrattenitore ed ex "marinaio" della Domenica In di Mara Venier ha raccontato sui social che gli aggressori l'hanno colpito più volte in testa, provocandogli diverse ferite. «La mia fortuna è stata che urlando alcune persone si sono affacciate al balcone - ha sottolineato Giuliano - e hanno urlato a questi individui di lasciarmi stare.

Sono scappati via dopo avermi sferrato ancora qualche colpo...». Non gli hanno rubato nulla, ma ha riportato diverse ferite e fratture. Mentre aspettava i soccorsi temeva di morire dissanguato poiché, come documentano gli scatti condivisi dall'agente dei personaggi famosi su Facebook, il suo volto si era trasformato in una maschera di sangue. Fortunatamente non ha subìto traumi al cervello, ma ha espresso tutta la sua indignazione per il comportamento che hanno assunto i carabinieri che sono intervenuti sul caso e chiede a gran voce che i feroci e spietati aggressori vengano assicurati alla giustizia.

La dura condanna di Lele Mora

L'agente delle star Lele Mora ha condiviso il racconto sconvolgente e drammatico di Giuliano Fildigrano sulla sua pagina Facebook ufficiale e ha espresso tutto il suo sdegno per quanto è successo al giovane modello piemontese. Al tempo stesso ha lanciato un monito alla classe Politica italiana e ha annunciato il suo ingresso in politica con il movimento Libertà e Onestà.

Il caso ha scosso e amareggiato gli amici del 33enne intrattenitore torinese.

Fortunatamente Giuliano sta decisamente meglio, come ha raccontato lui stesso ai suoi fan. Oggi ha ringraziato tutti per i messaggi di sostegno e affetto ricevuti in questi giorni e ha sottolineato: «Il peggio è passato».

Ora chiede giustizia.

Segui la nostra pagina Facebook!