"La strage più sanguinosa della storia americana", così è stata definita la sparatoria andata in scena questa notte a Las Vegas, nel corso di un concerto di musica country tenutosi a Mandalay Bay Casino. Verso le dieci e trenta di sera (ora locale), un uomo bianco ha iniziato a sparare all'impazzata sulla folla che assisteva al festival "Route 91. Harvest". Il responsabile della sparatoria, secondo quanto riferito dalla Nbc, è stato rintracciato ed ucciso dalle autorità: si parla di Stephen Paddock, un cittadino americano di 64 anni, residente a Mesquite, in Nevada, già noto alle forze dell'ordine.

Pubblicità
Pubblicità

Testimoni hanno riferito che la mattanza progettata e messa in atto da Paddock, sarebbe andata in scena dal trentaduesimo piano dell'hotel, dopo che lo stesso assalitore avrebbe ucciso una guardia di sicurezza. Secondo quanto riportato dai media locali inoltre, Paddock avrebbe avuto molte armi nella sua camera d'albergo e in questi minuti la polizia avrebbe emesso un mandato per perquisire la sua casa a Mandalay.

Pubblicità

Dunque dalle prime ricostruzioni emerse, la strage andata in scena al festival "Route 91 Harvest", sarebbe opera di un lupo solitario e non ci sarebbe nessun elemento che allo stato attuale potrebbe far pensare ad un attentato di matrice terroristica.

Strage Las Vegas: al momento 50 morti e oltre 200 feriti

L'autore della sparatoria era già noto alle forze dell'ordine che lo hanno identificato grazie alle sua auto trovata proprio a Las Vegas.

Al momento inoltre, le autorità locali starebbero cercando Mary Lou Danley, una donna asiatica che convive con Paddock in Nevada.

Allo stato attuale le notizie circa l'accaduto sono ancora molto frammentarie: non si conosce ancora il movente che avrebbe spinto Paddock ad agire, scaricando sulla folla decine di colpi di armi automatiche.

"Ciò che è accaduto questa è davvero orribile - ha scritto Jason Aldean, la star della musica country che era impegnata nel concerto - ancora non so cosa dire, ma voglio far sapere a tutti che io e la mia band siamo al sicuro. I miei pensieri e le mie preghiere vanno a tutte le persone coivolte. E' un enorme dolore sapere che tutto ciò che è successo, è accaduto a chi aveva intenzione di trascorrrere una serata di divertimento".Secondo le informazioni raccolte in questi minuti, allo stato attuale, il bilancio della strage sarebbe di 50 morti e oltre 200 feriti, tra i quali anche diversi poliziotti.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto