E' una storia già letta altre volte, una persona che si ubriaca e finisce a risvegliarsi molto distante da casa, addirittura in un'altra nazione. Questa volta però non si tratta di un giovane, ma di un uomo di mezza età, disoccupato e di un paesino di una provincia rumena. Come sia finito a 2.600 Km di distanza da casa sua resta un mistero, anche perché secondo quanto dichiarato dall'uomo lui non conosce nessuno a Londra e non avrebbe avuto nessuno motivo per andarci.

Si risveglia a Londra e non sa come ci è arrivato

E' un giallo, un mistero la storia di Mihai Danciu, cittadino romeno, trovato a Londra ubriaco in un giardino.

L'uomo, oltre a non sapere come sia arrivato in Inghilterra, è stato anche picchiato, evento dimostrato dai lividi intorni agli occhi. Qualche giorno fa l'uomo è uscito di casa per andarsi a prendere una birra con gli amici nel pub del suo piccolo paese, salvo poi risvegliarsi a Londra con i postumi di una sbornia. Non si è ancora capito cosa sia accaduto, fatto sta che il cittadino rumeno si è svegliato in un cortile privato di Londra circondato da persone che non parlavano la sua lingua, a ben 2650 km dalla sua abitazione. La storia è stata raccontata da un'infermiera rumena dell'ospedale Whipps Cross Hospital, che è stata la prima a svelare all'uomo dove si trovava. Oltre a prestargli i soccorsi come infermiera, la donna gli ha scattato anche una fotografia e l'ha caricata in un gruppo Facebook di cittadini rumeni che vivono nel Regno Unito, con la speranza di trovare informazioni sull'uomo.

L'infermiera ha accompagnato la foto con le caratteristiche del fatto: "Quest'uomo è stato trovato picchiato e ubriaco in un cortile di Londra. Non sa come possa essere arrivato in Inghilterra dalla romania, non ricorda nulla. Chiunque avesse delle informazioni è pregato di mandarmi un messaggio privato, le girerò a lui.

Ora si trova ricoverato all'ospedale dove lavoro."

Alla fine qualcuno lo ha riconosciuto

La foto, girando in rete, alla fine ha incontrato un suo conoscente che ha rivelato che Mihai non è nuovo a questi episodi. L'abuso di alcool lo ha portato ad avere spesso vuoti di memoria, ma questa è la prima volta che finisce così lontano da casa.

"Fino a poco tempo fa era una persona diversa, poi l'alcool lo ha ridotto così portandolo ad avere spesso vuoti di memoria". L'uomo ricorda solo che stava scommettendo con gli amici sulla possibilità di trovare un lavoro.