All'indomani della prima puntata della settima edizione di #Masterchef Italia, arriva una notizia poco gradita [VIDEO] per lo chef pluristellato Antonino Cannavacciuolo riguardante il neonato "Bistrot Cannavacciuolo", un nuovo ristorante aperto da pochissimo a Torino. Lo chef più famoso della tv, infatti, si era mostrato in toni entusiastici dopo l'apertura del nuovo locale, spiegando di aver scelto Torino perché aveva capito immediatamente che quel posto gli avrebbe portato fortuna: "Finora ho sempre individuato gli spazi fortunati, poi magari un giorno prenderò un palo in faccia". Quel giorno pare essere arrivato per Cannavacciuolo, perché, secondo quanto riportato dal quotidiano La Stampa, i guai per lo chef sono arrivati nel momento in cui i Nas hanno effettuato alcuni controlli all'interno del suo ristorante.

Cannavacciuolo nel ciclone: cibi congelati ma spacciati per alimenti freschi?

Nelle ultime settimane, infatti, l'ASL e i carabinieri del Nas hanno avviato un insieme di controlli a campione dei ristoranti più importanti ed esclusivi di Torino. E dalle verifiche effettuate dagli addetti ai lavori nel ristorante di Antonino Cannavacciuolo sono emerse varie irregolarità. Il problema principale sarebbe rappresentato dai prodotti congelati: dalla pasta ai dolci, tutti #alimenti sottoposti al processo di abbattimento. Che non ci sarebbe nulla di male in realtà ad eseguire, ma nel caso in cui all'interno del menù sia indicato il piccolo dettaglio. Nel menù del Bistrot Cannavacciuolo, invece, veniva esplicitamente evidenziato come i prodotti destinati ai clienti fossero freschi.

Ma non solo, perché ai gestori del locale è stata fatta una multa da 1.500 euro per la mancata correttezza nel tracciamento di alcune materie prime utilizzate dal ristorante. Inevitabile la denuncia per il giudice di Masterchef per frode in commercio. La querela, comunque sia, non è stata rivolta direttamente a Cannavacciuolo, anche perché suonerebbe come una vera e propria beffa, visto che lo chef è anche il protagonista di "Cucine da incubo", noto programma televisivo in cui è lui stesso ad ispezionare vari ristoranti sparsi per l'Italia. La denuncia, però, è arrivata per il direttore del ristorante, Giuseppe Savoia, e per la moglie di Cannavacciuolo, Cinzia Primatesta. Immediata la reazione dello chef che ha subito difeso il proprio lavoro e il proprio locale, parlando di un uso "troppo rigido delle regole".

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti l'Italia e il mondo [VIDEO], potete cliccare sul tasto "Segui" posto in alto, accanto al nome dell'autore di questo articolo. #Corretta alimentazione