E' successo in Cina, precisamente a Xuanwei, nella provincia dello Yunnan, dove un uomo è stato registrato dalle telecamere di sicurezza installate in strada, mentre gettava un neonato in un cassonetto della spazzatura. Secondo i media locali, l'uomo ha dichiarato di aver gettato il neonato solo due ore dopo il parto e dopo aver creduto che il piccolino non sarebbe sopravvissuto a causa dei gravi problemi di salute.

L'ha gettato perché era diventato viola

La polizia locale ha raccontato che, dopo che la donna stava sentendosi male, ha partorito dentro casa prematuramente, all'ottavo mese. Il marito, dopo averla aiutata a partorire, ha lasciato il figlioletto in un'altra stanza ed è rimasto con la moglie per darle le prime cure.

Dopo due ore è tornato nella stanza dove si trovava il neonato, ha notato che il piccolo stava diventando tutto di colore viola. Pensando che fosse una malattia incurabile, lo ha avvolto in pezzi di carta e poi in un sacchetto di spazzatura, si è recato nel cassonetto di spazzatura più vicino e lo ha gettato dentro. E' stato anche stabilito che, la madre, non ha mai fatto dei controlli durante la gravidanza, anche se aveva dei forti dolori addominali.

Per fortuna alcune persone del quartiere hanno notato che qualcosa non andava, si sono avvicinati al cassonetto e hanno trovato il neonato, ancora vivo. Una donna anziana si è presa cura di lui, mentre aspettava che arrivasse la polizia. Il piccolino aveva ancora il cordone ombelicale attaccato ed era molto infreddolito, ma dopo le cure in ospedale è stato confermato che è in buona salute.

Grazie alle registrazioni delle videocamere di sorveglianza, i genitori sono stati identificati. Il padre è stato arrestato, mentre la madre è stata rilasciata dopo aver pagato la cauzione.

L'iniziativa della Cina

In Cina, purtroppo, sono tanti i casi di abbandono simili a questo. E allora le autorità cinesi hanno deciso di installare degli "Abandoned Newborn Homes" in 25 città.

Si tratta di piccole strutture, con all'interno delle temperature adeguate per neonati, dove i genitori, che non vogliono avere niente a che fare con i propri figli appena nati, sia per motivi di povertà o per rifiuto del genere del neonato, possono depositarli. Abbastanza rodato il meccanismo di funzionamento del sistema: entro 10 minuti dall'abbandono infatti, il piccolo viene preso in custodia dal personale specializzato.

Le polemiche per un'iniziativa che agevola l'abbandono della propria prole ha ovviamente creato molte polemiche.

Segui la nostra pagina Facebook!