Non sono certo abituati a queste altitudini ad episodi di violenza in montagna, ma purtroppo le cronache locali riportano un brutto episodio successo in un rifugio al Passo del Tonale. Siamo in un posto splendido, sul valico tra l'alta Valle Camonica e la Val di Sole sulle Alpi Retiche. Famoso per le piste da sci, con un comprensorio di oltre 100 km di piste, meravigliosi trekking estivi e arrività per tutta la famiglia, meta di turisti da ogni parte d'Italia e del mondo. Qualcosa deve essere andato storto però nel normale apres ski dopo la giornata di sci [VIDEO] al bar Ombrello, un piccolo chiosco che da ristoro agli sciatori a ridosso delle piste.

Rissa ad alta quota sulle nevi del Tonale

Le dinamiche di quello che è successo non sono ancora del tutto chiare, come riporta il quotidiano online Brescia Today, all'origine della rissa c'è la presunta sparizione di un giubbotto da sci ai danni di un turista polacco. Non trovando il proprio giaccone nel locale ha iniziato come riportano i presenti: 'a dare di matto'. Pugni, spintoni, testate agli altri clienti presenti sfortunatamente nel locale e ai gestori che provavano a far ragionare il ragazzo che aveva completamente perso il senno. Lo sciatore polacco, forse offuscato da un eccessivo consumo di alcolici avrebbe aggredito un giovane avventore accusandolo del furto del proprio giaccone, rifilandogli una testata e procurandogli la rottura del setto nasale.

Neppure l'intervento degli amici che lo accompagnavano avrebbe riportato la calma, il ragazzo avrebbe alzato le mani a suon di pugni anche verso di loro.

Sedie che volavano, tavoli ribaltati, toni accesi, sicuramente uno spettacolo a cui la tranquilla stazione del Tonale non è mai stata abituata.

Solo l'intervento urgente del 112, con i carabinieri in servizio sulle piste, insieme ai rinforzi sopraggiunti dalla vicina Edolo avrebbero riportato la calma. Intervenuta anche un'ambulanza per curare i feriti della zuffa, seppur lievi tranne per il malcapitato che ha rimediato la frattura al naso.

Dopo la rissa la beffa

Terminata la rissa e la zuffa e dopo l'arrivo delle forze dell'ordine, il turista polacco avrebbe infine ritrovato la giacca che credeva persa. Lui stesso l'avrebbe lasciata all'esterno del locale, noncurante del luogo dove l'avesse lasciata. Sono poi arrivate le scuse al locale e agli avventori ma il ragazzo con il naso rotto sarebbe intenzionato a sporgere querela [VIDEO].