Il figlioletto ha dei disturbi per l’apprendimento? Per risolvere il problema serve un massaggio hot alla madre. Sembra una cosa assurda eppure è ciò che è avvenuto all’ospedale di Palermo, storia che è stata constatata dalla trasmissione le Iene, che ha realizzato un servizio sulla vicenda durante la puntata trasmessa domenica sera. La cura ai disturbi del linguaggio, per il logopedista che ha preso in esame il bambino, consisteva in massaggi intimi che potevano dare una sensazione di benessere alla madre, così da eliminare lo stress [VIDEO], e al contempo creare dei benefici anche nel piccolo e “vero” paziente.

La denuncia della mamma di un bimbo dislessico alle Iene

A denunciare l’accaduto una donna che si è recata al nosocomio di Palermo per far visitare il figlio con problemi di dislessia.

Il pedagogista, una volta controllato il bambino, ha proposto alla signora una terapia alquanto particolare: il medico ha quindi organizzato una serie di visite con il piccolo, inserendo anche degli incontri con la mamma, durante i quali lui avrebbe operato facendo dei massaggi rilassanti [VIDEO]in modo che la donna potesse essere di maggior supporto al bambino, in quanto sarebbe riuscito a eliminare tutti i fastidi provocati dallo stress.

Il pedagogo, massaggiatore hot

Ma che tipo di messaggi erano previsti nella terapia? Nei video proposti dalle Iene la pratica è molto chiara. L’uomo inizia con lo spalmare un olio sulle gambe della donna, spogliata e lasciata solo in slip e reggiseno, per poi passare a palpeggiare il sedere chiedendole di abbassare anche le mutandine, toccandola insistentemente sia nella posizione supina a pancia in giù che a pancia in sù, e continuandola a tastare nelle parti intime.

Dopo il messaggio, però, chi ha avuto maggiori benefici dalla pratica, pare proprio essere il “pedagogista”. Stando alle telecamere nascoste si vede chiaramente che l’uomo si è eccitato per la situazione.

Quando, successivamente, il medico viene contattato e intervistato dal giornalista delle Iene, cerca di trovare una giustificazione al suo comportamento. Secondo l’uomo, infatti, non ci sarebbe alcuna prescrizione medica ufficiale, bensì una proposta di cura affinché le mamme possano rilassarsi ed eliminare lo stress causato dalla malattie dei figli. “Una esperienza davvero inimmaginabile” ha invece commentato Amedeo Casiglia, dirigente dell’Asp di Palermo, contattato dalla iene.