Incidente sul lavoro a Padova. Quattro operai delle Acciaierie Venete di Riviera Francia sono stati improvvisamente travolti da una colata di acciaio liquido. I vigili del fuoco sono accorsi rapidamente con 3 squadre per domare il rogo innescato dalla fuoriuscita del materiale incandescente. I lavoratori che hanno riportato ustioni profonde sono Simone Vivian, Marian Bratu, Federic Gerard e David Di Natale. Due di essi versano in pessime condizioni. A soccorrere gli operai è stato il personale del Suem, che subito li ha trasportati all'ospedale di Padova con l'elisoccorso e l'ambulanza [VIDEO].

Tecnici al lavoro per garantire la sicurezza nel reparto

Un getto di acciaio liquido addosso e poi il patimento.

Quattro operai delle Acciaierie Venete versano in gravi condizioni nel nosocomio di Padova. Un giorno da dimenticare nel capoluogo veneto. Dopo l'incidente, i colleghi dei feriti sono usciti fuori dall'azienda per permettere ai vigili del fuoco di domare l'incendio e agli operatori sanitari di soccorrere [VIDEO] i quattro operai. Fonti sanitarie dicono che due operai travolti dalla colata di acciaio hanno riportato gravi bruciature su tutto il corpo. L'incidente sarebbe stato causato dalla spaccatura dei sostegni che sorreggono le tubature in cui scorre l'acciaio liquido. I tecnici sono al lavoro per rafforzare la sicurezza nel reparto ed evitare incidenti simili in futuro. Secondo le ultime informazioni, gli operai che versano in gravissime condizioni sono stati ricoverati a Cesena e Padova; gli altri due, invece, a Verona e al Sant'Antonio di Padova.

La Fiom (sindacato dei metalmeccanici) ha reso noto che il drammatico episodio è stato provocato dalla rottura di un supporto tra il carroponte e la siviera (quest'ultima è il grosso contenitore per il trasporto di acciaio fuso).

Il tonfo della pesante siviera

La siviera, che pesa più di 100 tonnellate, è caduta all'improvviso. L'impatto con il suolo ha provocato un forte rumore, simile a una deflagrazione, e la fuoriuscita di tanto acciaio allo stato liquido, che ha travolto i quattro operai. La Fiom ha affermato che già in passato era stata richiesta l'assenza di commistione tra lo spostamento delle siviere e i lavoratori. Un'istanza che però è rimasta inascoltata. L'incidente delle ultime ore, per la Fiom, non si può certamente definire fatalità. Il segretario nazionale di Sinistra italiana, Nicola Fratoianni, ha detto che in Italia c'è un conflitto civile in cui le vittime sono gli operai e i precari che quotidianamente muoiono o subiscono mutilazioni mentre lavorano.