Davide Morana, 24enne di Bagheria, in provincia di Palermo, ama correre, ma a causa della meningite ha perso gambe e braccia. Una storia simile a quella della campionessa paralimpica Bebe Vio. Il giovane ha perso gli arti per una meningite fulminante, ma non ha mai smesso di sperare. Il suo sogno è quello di tornare a correre come una volta, perché lo sport, per lui, è tutto.

Il 24enne sa bene che non sarà semplice tornare ad allenarsi ma non demorde, e sta provando a sfruttare la tecnologia e la Rete per lanciare appelli. A Davide servono molti soldi per acquistare le protesi necessarie per correre nuovamente. Per l'appello e la raccolta fondi, Morana ha anche aperto un sito e, al contempo, sta utilizzando anche i social network.

All'inizio i medici gli avevano diagnosticato un'influenza

Fino allo scorso gennaio, Davide Morana godeva di ottima Salute. Un giorno ha accusato improvvisamente degli strani malori [VIDEO], come l'irrigidimento della mascella e la febbre alta, uniti ad un forte e persistente mal di testa. Il 24enne si è recato in ospedale, dove i medici gli hanno diagnosticato, in un primo momento, una semplice influenza. Dopo essere tornato a casa, però, le sue condizioni sono peggiorate: la febbre è aumentata ulteriormente, e sulla pelle sono comparse delle misteriose macchie rosse.

Lo sportivo, così, è tornato nuovamente in ospedale, dove i dottori hanno appurato un quadro clinico preoccupante. Morana, infatti, è stato colpito da una meningite fulminante [VIDEO], e i suoi organi e arti erano a rischio necrosi.

Gli arti stavano collassando

I medici siciliani, dopo aver appurato le delicate condizioni del paziente, hanno dovuto trasferire Davide nel reparto di terapia intensiva. Dopo qualche giorno in coma farmacologico, il 24enne ha cominciato a migliorare, ma gli specialisti si sono resi conto che ormai i suoi arti stavano collassando. Per il personale sanitario, dunque, è stato necessario e inevitabile ricorrere all'amputazione.

Nell'arco di una settimana, il ragazzo è stato sottoposto a 4 interventi chirurgici per l'amputazione di braccia e gambe. Dopo 3 mesi di ricovero, Morana è stato dimesso. Ora è a casa, ma la sua vita è notevolmente cambiata. Davide ha tanto bisogno delle protesi per camminare e correre, per allenarsi come un tempo. Purtroppo, però, costano tanto, e il siciliano non ha abbastanza denaro per comprarle.

L'unica speranza, per Davide Morana, risiede nel web. Il 24enne ha scritto sul suo account Instagram che sogna di diventare nuovamente autonomo: "Il vostro aiuto è importantissimo e ogni piccolo gesto conta". Bagheria non ha dimenticato il giovane atleta che, per motivi personali, si era trasferito in Spagna. Domani, 19 maggio 2018, è in programma a Palazzo Cutò un evento per la raccolta fondi.