Venerdì 29 giugno è morto Matthew Lee Cappotelli, il wrestler statunitense aveva trentotto anni ed era conosciuto per aver lavorato nella World wrestling Entertainment (WWE).

A causare il decesso [VIDEO] un cancro al cervello, malattia che l'uomo ha affrontato con tenacia e dignità fino all'ultimo respiro. L'atleta scoprì di avere il glioblastoma di quarto grado nel 2006. Alcuni mesi dopo la terribile diagnosi Cappotelli si operò per rimuovere uno dei tumori. Il giovane wrestler, la cui carriera fu stroncata sul nascere, ha continuato a combattere contro la malattia, e nel 2017 si è sottoposto ad una seconda operazione di asportazione della massa tumorale.

Non fu possibile rimuovere più del 10% della massa a causa della sua vicinanza col tronco encefalico. A seguito dell'operazione i medici dichiararono che Cappotelli avrebbe avuto al massimo altri cinque anni di vita.

L'annuncio su Facebook della moglie di Cappotelli

La moglie del wrestler, Lindsay Cappotelli, ha annunciato la triste notizia con un post pubblicato sul profilo Facebook. "Pensi di essere preparata, sai che ormai sta arrivando, ma comunque non ci riesci. Oggi il mio amore, il mio forte, dolce e bellissimo amore, ha esalato il suo ultimo respiro [VIDEO] alle 3:30 del mattino". - ha riferito la consorte dell'atleta americano. Lindsay Cappotelli ha aggiunto che Matt "ha raggiunto Gesù esattamente un anno dopo il suo intervento al cervello. Mi manca davvero tanto.

So che adesso è in un posto migliore, ma questo non cambia quanto mi manca".

Dall'ascesa al terribile male

Matt Cappotelli era nato a Caledonia nello stato di New York il 12 settembre 1979. Nel 2003 vinse il talent show promosso dalla World Wrestling Entertainment chiamato 'WWE Tough Enough 3'. La federazione aveva bisogno di nuovi wrestler e così gli offri un contratto con scadenza fino al 2008. Si allenò nella Ohio Valley Wrestling, in vista della sua futura presenza in WWE, ed è proprio nella OVW che Cappotelli vinse il titolo OVW Heavyweight Championship. Fu pochi mesi dopo dall'inizio del suo lavoro nella WWE, nel 2006, che gli fu diagnosticato il glioblastoma di quarto grado.

Matthew Cappotelli ha combattuto a testa alta fino in fondo e sarà ricordato dai suoi ammiratori come un guerriero che si è fatto valere fino in fondo. "Sebbene sembri sfortunato, voglio che questa venga ritratta come una storia di speranza. Una speranza senza fine" - dichiarò alcuni mesi fa l'atleta.