Sono in corso le indagini degli agenti della polizia municipale per fare luce sul tragico incidente stradale [VIDEO] che, nella serata di giovedì scorso, intorno alle ore 21:00, è costato la vita ad un giovane. La vittima aveva 34 anni, residente a Ponticelli, popoloso quartiere napoletano. Il sinistro è avvenuto nella zona di Capodichino, nei pressi dell'aeroporto civile di Napoli, sulla strada perimetrale che conduce al rione Scampia. Gli agenti della polizia municipale avrebbero ricevuto una chiamata che segnalava lo scontro, ma una volta giunti sul posto, non avrebbero riscontrato la presenza né di veicoli incidentati, né di feriti.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

I vigili urbani hanno così deciso di chiedere informazioni presso l'ospedale 'Antonio Cardarelli' di Napoli ed effettuare un controllo dei pazienti giunti al pronto soccorso nelle ore precedenti.

La scoperta

E proprio nella struttura ospedaliera partenopea hanno trovato ad attenderli un numeroso gruppo di persone, amici e parenti della vittima dell'incidente che protestavano con il personale sanitario, medici e infermieri, a causa di alcuni presunti ritardi nelle operazioni di soccorso. Polemiche estese, poi, anche alle precarie condizioni di sicurezza dell'arteria viaria sulla quale è avvenuto l'impatto. Solo in un secondo momento, dopo aver calmato - non con poca fatica - gli animi dei presenti, gli agenti della municipale di Napoli guidati dal comandante generale Ciro Esposito, hanno potuto individuare il luogo esatto nel quale era avvenuto l'incidente, risultato purtroppo mortale ed hanno effettuato tutti i rilievi del caso per cercare di ricostruirne la corretta dinamica.

Le indagini

Su disposizione del Pubblico Ministero di turno è stato recuperato immediatamente lo scooter della vittima (prelevato incautamente dal fratello di quest'ultima) che è stato posto sotto sequestro penale a disposizione dell'autorità giudiziaria per i necessari rilievi. La salma attualmente si trova presso l'obitorio dell'Istituto di medicina legale del primo policlinico di Napoli. La Procura della Repubblica presso il tribunale di Napoli che sulla vicenda ha aperto un fascicolo di inchiesta, ha disposto l'esame autoptico per verificare le cause esatte del decesso e se, eventualmente, ci possano essere connessioni con i presunti ritardi nei soccorsi lamentati dai familiari. Per il momento la causa dell'incidente [VIDEO]è tutta da stabilire.