Sei persone hanno perso la vita la scorsa notte nella discoteca 'La Lanterna azzurra' di Madonna del Piani di Corinaldo, una località in provincia di Ancona, che avrebbe dovuto essere il teatro di un concerto [VIDEO] di Sfera Ebbasta. Altre 14 sarebbero rimaste ferite in maniera grave, nel complesso i feriti sarebbero una cinquantina, il bilancio provvisorio però sembra purtroppo destinato a salire.

La dinamica della tragedia, il racconto dei testimoni

A determinare la tragedia, stando a quanto ricostruito fino adesso, un fuggi fuggi generale causato dall'ormai – purtroppo consueto – utilizzo dello spray urticante, che sempre più spesso malintenzionati di ogni sorta, talvolta ladri, talvolta semplici disturbatori, spruzzano sulla folla, proprio con l'intenzione di creare scompiglio per essere facilitati nel commettere furti ai danni degli spettatori, o semplicemente per fare uno scherzo di pessimo gusto.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Stando a quanto raccontato dai primi testimoni, poco dopo mezzanotte, prima ancora che Sfera Ebbasta salisse sul palco, il locale avrebbe iniziato a permearsi di un forte odore acre, caratteristico del popolare spray al peperoncino.

A questo punto diversi spettatori si sarebbero precipitati in fretta e furia verso l'uscita di sicurezza [VIDEO]del locale, trovandola però sbarrata da alcuni buttafuori, che, sempre secondo alcune prime testimonianze a caldo dei feriti, avrebbero addirittura suggerito ai ragazzi spaventati di tornare indietro.

A questo punto gli spettatori si sarebbero spostati in massa verso un parapetto adiacente al locale.

Purtroppo però il peso eccessivo delle centinaia di persone in fuga nello stesso momento avrebbe determinato il cedimento del ponticello e la conseguente caduta di almeno una ventina di queste nel fossato sottostante, incluse le vittime: 5 adolescenti, tutti tra i 14 ed i 16 anni, ed una mamma che aveva accompagnato la figlia al concerto, morti sotto il peso degli altri corpi che gli cadevano addosso.

Il commento di Matteo Salvini

Contattato al telefono da Sky Tg 24 il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha individuato nel numero eccessivo di spettatori all'interno del locale – ben al di sopra di quello consentito per legge per una discoteca con una capienza come quella del Lanterna Azzurra – la causa della tragedia, queste le sue parole: "Sembra che nel locale ci fosse ben più gente del consentito. Molto probabilmente ben più delle 871 persone previste dalla legge, non ci risulta però che le uscite di sicurezza fossero bloccate, sappiamo che i parapetti hanno ceduto a causa della calca eccessiva. Si parla di spray al peperoncino, gas, sostanze tossiche".