Una vicenda veramente molto grave [VIDEO]si è verificata nei giorni scorsi nella provincia di Napoli e riguarda purtroppo la morte di una persona del tutto innocente, rimasta coinvolta in una rapina all'interno di un esercizio commerciale. In particolare, nella serata di mercoledì 5 dicembre, intorno alle 20:30, il signor Antonio Ferrara, titolare di un supermercato sito in via Montesanto, è deceduto a seguito di una rapina subita dopo aver accusato un malore. A portarselo via un infarto fulminante che non gli ha lasciato alcuno scampo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

La rapina, programmata proprio attorno all'orario di chiusura del negozio 'Pietruccio', storico minimarket della Pignasecca, secondo quanto riferisce il quotidiano Il Mattino, è adesso al vaglio degli investigatori che stanno tentando di ascoltare alcune testimonianze per cercare di ricostruire al meglio la vicenda.

Non viene esclusa, infatti, la pista secondo cui prima del dramma ci sia stata anche una colluttazione tra l'uomo e il rapinatore.

Tragedia a Napoli: viene rapinato, accusa un malore e muore

Stando a quanto si apprende dal quotidiano in questione, l'uomo è stato immediatamente trasportato d'urgenza in ospedale dopo la rapina, avvenuta all'interno del suo negozio commerciale. Un giovane ragazzo si è introdotto all'interno del locale armato di pistola, ma al momento del suo ingresso il titolare avrebbe accusato subito un malore [VIDEO], probabilmente un infarto fulminante. Immediatamente si è accasciato al suolo e, a quel punto, il malvivente è scappato subito via. Poco dopo è intervenuto subito il personale del pronto soccorso che ha trasportato l'uomo all'ospedale Pellegrini.

Tuttavia, proprio sul posto, è deceduto senza che nessuno potesse fare nulla per aiutarlo a salvarsi. Antonio Ferrara, infatti, ha perso la vita pochi minuti dopo il suo arrivo in ospedale.

Al via le indagini per capire meglio la dinamica dei fatti

Adesso le indagini sono state immediatamente affidate in mano alla Polizia di Stato, che è intervenuta nella struttura ospedaliera nel momento in cui è stata fatta la segnalazione da parte del personale sanitario. Negli istanti immediatamente successivi alla notizia del tentativo di rapina e della conseguente morte dell'uomo, molte persone, tra conoscenti, amici e tanti parenti sono scesi in strada. L'uomo, infatti, era considerato oramai un commerciante storico del quartiere di Napoli.