Secondo il Bulletin of the Atomic Scientists il Doomsday Clock, ovvero l'Orologio dell'Apocalisse, rimane settato anche quest'anno a due minuti dalla mezzanotte. Gli scienziati non hanno voluto spostare le lancette, perché il mondo non ha fatto progressi nel fronteggiare una serie di minacce che adesso sono "abnormi". Queste vanno dai cambiamenti climatici, fino ad arrivare all'uso di armamenti atomici. L'Orologio già altre due volte era stato settato a due minuti dalla mezzanotte, la prima nel 1953, in piena Guerra Fredda e la seconda un anno fa, a seguito dei test nucleari operati da Pyongyang.

'Siamo davvero vicini al disastro'

Robert Rosner, un astrofisico della University of Chicago in Illinois, nonché membro del Bulletin’s Science and Security Board, ha detto che "il fatto che l'Orologio non sia cambiato è davvero una brutta notizia", aggiungendo che adesso "Siamo davvero vicini al disastro".

Rachel Bronson, il presidente del Bulletin's ha affermato al National Press Club in Washington che il fatto che l'orologio sia rimasto fermo alle 11.58 "non deve essere preso come un segno di stabilità, ma come un avvertimento". Il presidente spiega che lo scenario è molto pericoloso, proprio come quello della Guerra Fredda, poiché è talmente instabile che lascia le porte aperte a qualsiasi epilogo.

Bronson ha detto che il consiglio era principalmente preoccupato per via dei rapporti fra USA e Russia che sono ai "minimi storici".

A queste vanno aggiunte le questioni non risolte con il Nord Corea e la decisione di Donald Trump di abbandonare l'accordo nucleare stipulato con l'Iran. Ma quali sono gli altri pericoli che corre la razza umana?

Cyber attacchi

Come riporta Nature uno degli altri grandi pericoli che corre l'umanità, che ha portato gli scienziati del Bulletin's a riconfermare l'orario dell'Orologio dell'Apocalisse sono i cyber attacchi.

Herb Lin, un ricercatore della cybersecurity and policy alla Stanford University in California, ha detto che l'aumento dei cyber attacchi ha fatto perdere fiducia al mondo nella Scienza. Le persone che praticano la "guerra dell'informazione" sfruttano le "debolezze del pensiero e della cognizione umana".

Cambiamenti climatici

Anche la questione dei cambiamenti climatici ha contribuito a settare l'Orologio dell'Apocalisse a due minuti dalla mezzanotte.

Ree di non star facendo abbastanza sono le nazioni che non stanno riducendo velocemente le emissioni di gas serra. A dispetto di quanto detto nel Protocollo di Parigi, in alcuni stati dell'Europa le emissioni sono addirittura aumentate rispetto al 2018.

Susan Solomon, un chimico dell'atmosfera del MIT a Cambridge ha spiegato che "L'attuale situazione climatica è davvero molto pericolosa e diventerà peggiore nel prossimo futuro". Bronson ha aggiunto "things can happen for good or for bad very quickly." (le cose possono andare per il meglio o per il peggio velocemente).

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la pagina Scienza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!