Si aggrava l'emergenza occupazionale a Sassari. Dopo il licenziamento dei 200 lavoratori del Policlinico, i problemi occupazionali per i 50 ex Secur del portierato ospedaliero e per i 30 della Sodexo, è ora la volta dei lavoratori Sices di Porto Torres che hanno iniziato un presidio permanente in Piazza Castello, a pochi passi da quelli di Piazza d'Italia e di Piazza Fiume.

La protesta dei 60 cassintegrati

La Sices, azienda che si occupa di manutenzione impianti industriali come avviene a Porto Torres, Sarroch e Portovesme, offriva lavoro nella città turritana a 200 persone di cui 100 interni e 100 esterni, più l'indotto generato perlopiù da mense e trasporti.

“Nel gennaio 2018 siamo finiti in cassa integrazione”, ha affermato il portavoce della vertenza, Antonello Masala. “Nemmeno il tempo di goderci le festività natalizie che è arrivata la batosta. Il motivo è additabile alle banche che non hanno rifinanziato l'azienda per un totale di 50 milioni di euro. In questo modo – conclude - non vi è stata la possibilità di concludere le lavorazioni”.

Le richieste dei lavoratori Sices

Gli ex dipendenti Sices hanno un'età che varia dai 30 ai 60 anni.

Non chiedono il proseguimento della cassa integrazione, ma puntano in alto con la richiesta di un lavoro. “Chiediamo la riconversione del sito e la rivalutazione delle maestranze”, ha affermato uno dei presenti sotto il tendone fissato in Piazza Castello.

“Non importa se ad occuparsene sarà ancora la Sices o qualcun altro. Abbiamo famiglie e per noi è fondamentale lavorare. Chiediamo a gran voce di rilevare l'azienda e aiutarci”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Prosegue la vertenza ex Secur e Sodexo

Nel frattempo prosegue la vertenza dei 50 ex lavoratori del portierato ospedaliero giunti al sessantasettesimo giorno di presidio permanente. Nei giorni scorsi vi è stata la convocazione delle parti dal Ministro del Lavoro, Luigi Di Maio così come è arrivata lunedì la solidarietà del vicepremier Matteo Salvini in visita a Sassari per la chiusura della campagna elettorale in vista delle elezioni regionali del prossimo 24 febbraio.

Ma va avanti anche la protesta dei dipendenti Sodexo che si occupano del trasporto alimenti e attendono per martedì alle 11 l'incontro con il Prefetto e i vertici dell'Ats (Azienda Tutela Salute). Inizialmente, in vista del cambio appalto, previsto per inizio febbraio, vi era stato un incontro tra le parti concluso con un nulla di fatto e rimandato di 15 giorni. Il tavolo si era concluso senza accordo.

Da lì la decisione di concedere ulteriore tempo e rinviare la discussione a martedì prossimo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto