Prosegue lo sciame sismico nell'area etnea. Stamani attorno alle ore 7:30 i sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno registrato una scossa di magnitudo 3.1 Richter, alla profondità ipocentrale di 27 km, nella provincia di Catania. L'evento sismico è stato lievemente avvertito dalla popolazione, ma non si registrano danni a persone o cose. Leggera scossa anche in provincia di L'Aquila.

L'epicentro del sisma è stato localizzato a Bronte (CT). In un raggio di 10 km, il sisma è stato avvertito anche a Maletto, Maniace e Cesarò (ME). Avvertito anche a San Teodoro (ME), Adrano (CT), Troina (EN), Biancavilla (CT), Centuripe (EN), Randazzo (CT) e Regalbuto (EN).

Nessun danno, lo sciame sismico nel catanese è in atto da giorni

Subito dopo la scossa, alcuni cittadini hanno contattato i vigili del fuoco. Come da prassi, gli operatori del 115 hanno effettuato verifiche sugli edifici pubblici e privati, in collaborazione con i volontari della protezione civile. Tuttavia non sono stati rilevati danni a persone o cose. La situazione infatti, è ritornata alla normalità poco dopo la scossa di magnitudo 3.1 Richter.

L'area vulcanica è interessata da giorni da diverse scosse di Terremoto. La prima di magnitudo 2.0 Richter era stata localizzata a Randazzo, nella provincia di Catania, domenica mattina poco dopo le ore 10. In serata, altre scosse avevano interessato la zona etnea con eventi sismici di magnitudo 2.8, 3.2, 2.6, 2.6, 2.3, 2.0, 2.9 e 3.2 Richter, localizzate a Linguaglossa.

Un'ulteriore scossa di magnitudo 2.2 Richter era stata registrata ieri mattina, lunedì 28 settembre, sempre nei pressi di Linguaglossa, fino poi alla scossa di stamane di magnitudo 3.1 Richter a Bronte.

Un altra scossa in Italia nella giornata di oggi

A far tremare il suolo italiano nelle scorse ore non è stata solo la scossa in provincia di Catania.

Pochi secondi dopo la mezzanotte di oggi 29 settembre, infatti una leggera scossa di magnitudo 2.1 Richter è stata registrata dall'Ingv tra le province di L'Aquila, Rieti e Teramo.

L'evento sismico non è stato avvertito dalla popolazione ed è stato localizzato tra Campotosto (AQ), Capitignano e Montereale. In un raggio di 11-20 km, il sisma è stato localizzato vicino Amatrice (RI), Crognaleto (TE), Barete (AQ), Pizzoli, Cagnano Amiterno, Fano Adriano (TE), Cortino, Pietracamela, Cittareale (RI), Borbona e Accumoli.

Segui la pagina Terremoto
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!