Bufera su twitter dopo il post di Ambra Garavaglia, l'hostess scrittrice che ha raccontato la crudeltà e il sessismo di alcuni genitori in occasione di un saggio di ginnastica artistica in provincia di Milano. Parliamo infatti del caso di Leo, un bambino di quattro anni, figlio della Garavaglia, che si diletta nella ginnastica artistica e che, nonostante la sua tenera età, è stato oggetto di commenti sessisti da parte di altri genitori che si trovavano lì con loro.

Il tweet

Mamma Ambra però non si fa scoraggiare, anzi, come è sua abitudine decide di raccontare l'avventura ai suoi seguaci con un tweet: "Gara di ginnastica artistica, Leo unico maschio. Dalle persone accanto a me in mezz’ora ho già sentito 'Oddio c’è anche un maschio, si può?' 'Ma dai ma anche un maschio?ì 'Ma dovrebbe fare calcio o pallavolo al massimo' 'Cosa c’entra un maschio?'. Buongiorno 2019".

Le reazioni

Da lì è iniziata sui social una netta divisione tra chi ha vissuto esperienze simili o comunque non fa distinzioni e chi, invece, sta dalla parte dei sessisti. Uno dei ginnasti uomini più famosi al mondo è Jury Alessandro Dimitri Chechi, l'ex atleta italiano che a partire dal 1977, quando conquistò il podio per poi passare alla storia come "Il signore degli anelli", è stato uno dei migliori al mondo nella disciplina.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Curiosità

Il progresso c'è stato, ma alcuni si sono fermati al mondo diviso in rosa e azzurro. Nel caso di Leo, a parte la percentuale di haters che hanno etichettato la notizia come "falsa", sono tanti i commenti che sono arrivati non solo di sostegno, ma anche di esempio di abbattimento di questo tipo di stereotipi nel mondo dello sport. Tra i molti, due messaggi di solidarietà e di condivisione di esperienze sono stati scritti da parte di due papà.

Uno racconta della squadra del figlio: "Il giocatore più forte della squadra di rugby under 6 di mio figlio si chiama Violetta. Per dire"; l'altro dell'esperienza simile a quella di Leo: "Anche nella squadra di mia figlia di ginnastica artistica (11 anni) c’è un ragazzo: bravissimo e non ho mai sentito (per fortuna) cose del tipo 'Ma giocare a calcio?'.. una speranza per tutti".

Ambra Garavaglia

Oltre aD essere la mamma del piccolo Leo, Garavaglia è un hostess di terra divenuta famosa per i suoi racconti su twitter [VIDEO] di ciò che ha visto e vissuto, con ironia, sul posto di lavoro.

Dalle domande più strambe dei viaggiatori, alle risposte ancora più criptiche del personale. Radio Deejay l'ha notata ed è andata in onda con i suoi racconti, poi raccolti nell'ebook C'è un problema al check-in sei tu.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto