Ieri a Genova un giornalista di Repubblica, Stefano Origone, stava documentando gli scontri avvenuti tra la polizia e i manifestanti di sinistra, contrari a un presidio di Casapound, quando è stato malmenato dagli agenti. Solo grazie all'intervento di un vicequestore che lo conosceva, il pestaggio a colpi di manganello è stato fermato. Origone ha riportato fratture e un trauma cranico. In un suo messaggio apparso su Repubblica, ha raccontato di aver avuto paura anche di morire.

Il giornalista malmenato dagli agenti

Stefano Origone, giornalista di Repubblica, se l'è vista decisamente brutta. Mentre stava preparando un servizio sugli scontri tra manifestanti dei centri sociali e polizia (causati dalla protesta contro un comizio di Casapound), Origone è finito nella confusione ed è stato malmenato da un gruppo di sei agenti.

Ha raccontato che, nonostante gridasse di essere un giornalista, i poliziotti non si sono fermati.

Ora ha ancora sulla schiena le impronte degli anfibi che lo hanno colpito, oltre a una costola fratturata, due dita spezzate e un trauma al cranio.

Dopo momenti di forte paura, per fortuna un vicequestore che lo conosceva lo ha riconosciuto ed è intervenuto per fermare gli agenti. Origone racconta di aver avuto molta paura e che adesso respira ancora a fatica. Affermando quindi: "Ho avuto paura di morire".

Il comitato di redazione di Repubblica ha rilasciato un comunicato in cui, oltre a condannare ovviamente con forza l'accaduto, chiede che i vertici della Polizia e il ministro dell'Interno chiariscano quanto accaduto, "sanzionando i responsabili di un’azione inaccettabile in un Paese democratico”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Politica

La visita del questore e le parole di Salvini

A far visita a Origone direttamente all'ospedale Galliera è stato il questore Vincenzo Ciarambino, che ha portato le proprie scuse.

Ciarambino ha quindi spiegato che il giornalista era nelle vicinanze di una persona che gli agenti stavano tentando di portare via. Quando i manifestanti hanno provato a sottrarre questa persona ai poliziotti, è partita una carica e Origone è rimasto coinvolto nello scontro.

Il questore quindi ha concluso: "è caduto e ha preso qualche colpo. Me ne dispiaccio profondamente”. Intanto la magistratura ha già aperto un'inchiesta su quanto avvenuto.

Anche il ministro dell'interno Matteo Salvini ha commentato l'accaduto, durante un'intervista su Rtl. Ha quindi espresso la propria vicinanza al giornalista e ha dichiarato che ogni volta che ci sono in mezzo i centri sociali, c'è anche chiasso.

Quindi ha concluso ribadendo il proprio sostegno ai poliziotti che "eroicamente sono lì a prendersi sputi, insulti, monetine. Ringrazio questi eroi in divisa".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto