Pomeriggio di terrore ad Arquà Petrarca, piccolo comune dei Colli Euganei, in provincia di Padova. Poco dopo l'ora di pranzo, uno scuolabus è stato protagonista di un rocambolesco incidente. Otto dei ragazzi a bordo (tutti frequentanti le scuole elementari e le medie) sono rimasti feriti. Sta sollevando indignazione, invece, la reazione dell'autista. L'uomo, un 51enne di origine romena, ha abbandonato il mezzo ed è fuggito a piedi. Il dubbio è che fosse in stato d'ebbrezza ed abbia voluto, in questo modo, sfuggire alle sue responsabilità.

Pubblicità
Pubblicità

L'incidente

Intorno alle 13:40 di oggi, venerdì 17 maggio, uno scuolabus con a bordo una quindicina di giovani studenti si è rovesciato lungo la provinciale 21. Secondo quanto ricostruito dalla polizia stradale e dai vigili del fuoco (giunti immediatamente sul posto), il mezzo, impegnato ad affrontare una discesa, si sarebbe rovesciato in prossimità di un tornante.

Otto studenti, tutti con un'età compresa tra i 7 ed i 14 anni, sono rimasti feriti.

Pubblicità

I ragazzi sono stati subito trasportati presso il vicino ospedale di Ospedale di Schiavonia (Ulss 6 Euganea) e secondo i primi bollettini medici le loro condizioni non desterebbero preoccupazione. L'autista del mezzo, invece, dopo l'incidente, anziché prestare i primi soccorsi - o comunque attendere l'arrivo delle ambulanze e delle forze dell'ordine - ha abbandonato il bus e i piccoli feriti ed è scappato nei campi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Scuola

'Era ubriaco?'

Il cinquantenne, alla vista delle forze dell'ordine, ha nuovamente tentato di fuggire, ma gli uomini dell'Arma l'hanno bloccato e lo hanno condotto in caserma, ad Este (sempre in provincia di Padova).

I militari lo stanno sottoponendo a degli accertamenti per verificare il suo stato psicofisico e per appurare se, al momento dell'incidente, fosse ubriaco. I bambini, infatti, hanno raccontato che sembrava particolarmente allegro e che procedeva "a zig zag".

Luca Zaia, presidente della Regione del Veneto, appreso l'accaduto ha voluto contattare personalmente il dottor Domenico Scibetta, direttore generale dell'Ulss 6 Euganea, e sincerarsi delle condizioni dei piccoli.

Pubblicità

"Alcuni di loro - ha dichiarato poi - sono già stati dimessi, mentre gli altri rimarranno sotto osservazione per traumatologia di tipo minore". Il governatore leghista, a quanto pare, si è anche raccomandato di non tralasciare nessun "approfondimento diagnostico": Poi, ha voluto fare ai giovani studenti i suoi migliori auguri di pronta guarigione.

Anche il presidente del Senato, Elisabetta Casellati ha voluto esprimere solidarietà e vicinanza ai bimbi coinvolti ed alle loro famiglie.

Pubblicità

Inoltre, ha ringraziato, per il loro tempestivo intervento, le forze dell'ordine.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto