I carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Udine hanno arrestato ieri R.M.W, un domenicano di 30 anni residente in Italia regolarmente da molto tempo e titolare di un bar, per spaccio di droga. L'uomo è stato accusato di trafficare in droga all'interno del suo locale. Il presunto colpevole è stato fermato a seguito di un accertamento per maltrattamenti, dopo un'accurata perquisizione effettuata all'interno dei sue due domicili.

Pubblicità
Pubblicità

L'accusa di maltrattamenti

Il reato contestato ad un domenicano residente in Italia da anni e proprietario del bar Valera's è stato commesso prevalentemente all'interno dell'esercizio commerciale, sito in via Valussi a Udine. L'uomo era stato denunciato solo il giorno prima, dalla sua compagna cubana di 28 anni, per maltrattamenti. Quest'ultima, infatti si era recata all'interno della stazione locale dei carabinieri di via Trieste, a seguito delle percosse da parte del compagno.

Pubblicità

Il sud americano era solito picchiare la convivente più volte, molto spesso sotto l'effetto di alcol. In una circostanza, in particolare il sospettato di reato aveva tirato sulla fronte della ragazza una teiera di metallo, provocandole delle ferite alla fronte. La giovane si era per questo recata al pronto soccorso, del principale ospedale della città e i medici del nosocomio avevano giudicato guaribili le sue ferite in 17 giorni. Per questo motivo e stanca delle continue angherie aveva deciso di sporgere regolare querela.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

L'intervento dei carabinieri

I carabinieri della compagnia di Udine hanno iniziato le indagini sulla vicenda a seguito di una regolare denuncia per maltrattamenti in famiglia. I militari dell'arma hanno prontamente rintracciato l'indagato, lo hanno identificato e lo hanno perquisito. Poi hanno effettuato un regolare sopralluogo all'interno della sua abitazione e nel locale di sua proprietà, il bar Valera's.

E' così, che gli inquirenti hanno rinvenuto nei due domicili un totale di 45 grammi di cocaina in pietra, 4000 euro in contanti provenienti forse dal traffico illecito e un bilancino elettronico di precisione, molto probabilmente per dosare la sostanza stupefacente. Tutti oggetti, che hanno immediatamente fatto supporre agli agenti un commercio illegale e che sono stati istantaneamente sequestrati.

Pubblicità

E' comunque nel locale, secondo gli investigatori che sarebbe stata prevalentemente effettuata l'attività di narco - vendita. Trovato, quindi quasi in flagranza di reato il latino - americano è stato arrestato, per spaccio di droga. Infine è stato tradotto presso il carcere di Udine a disposizione dell'autorità giudiziaria e in attesa di processo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto