Simon Gautier, turista francese di 27 anni, risulta disperso dal 9 agosto scorso. Venerdì scorso il giovane, in Cilento per una vacanza, è uscito per un'escursione lungo il Sentiero della Molara. Dopo una caduta ha allertato i soccorsi, ma gli uomini del 118 non sono riusciti a rintracciarlo. Simon sembra scomparso nel nulla e ora la mamma Delphine, giunta in provincia di Salerno per cercarlo, ha lanciato un accorato appello a Trekking Tv: "Mio figlio è ancora vivo.

Aiutatemi!"

La scomparsa

Giovedì 8 agosto Simon, studente francese da due anni residente a Roma (dove sta preparando una tesi di laurea in storia dell'arte) è arrivato in treno a Santa Marina (comune della provincia di Salerno): alle ore 16, il sistema di videosorveglianza della piccola stazione lo ha ripreso con uno zaino sulle spalle. 45 minuti più tardi, un'altra telecamera di sicurezza lo ha immortalato, per l'ultima volta, nella frazione di Policastro dove ha comprato dell'acqua.

Il ragazzo si è poi avventurato nella parte montana del paese, lungo il Sentiero della Molara. Come spiegato dalla madre a Le Figaro, Simon non è un temerario: voleva solo godersi un po' di riposo in mezzo alla natura. Per questo, aveva deciso di trascorrere la notte all'aperto.

Nessuno, lo ha più visto, ma il giorno seguente, dal suo telefono cellulare, è partita una chiamata al 118; "Sono caduto in una scarpata - ha spiegato - sto morendo di dolore: credo di avere le gambe rotte, aiutatemi". Simon non ha saputo fornire con precisione la sua posizione, ma si è limitato a dire che riusciva a vedere il mare.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Le ricerche e l'appello della mamma

La richiesta d'aiuto è stata raccolta dai Carabinieri di Lagonegro e, come sottolineato dalla Prefettura di Salerno, la macchina dei soccorsi è stata immediatamente attivata. La geo-localizzazione dell`utenza telefonica ha portato, in un primo momento ad un'area molto vasta, compresa tra le province di Salerno, Cosenza e Potenza. Poi, le ricerche sono state focalizzate tra Policastro, Scario e Punta degli Infreschi e hanno coinvolto Vigili del Fuoco, Forze di Polizia, Soccorso Alpino, Soccorso Speleologico e diverse squadre di volontari appartenenti alla protezione civile.

Le operazioni, complicate dalla particolare conformazione geologica e morfologica della zona, hanno visto alzarsi in volo anche droni e aerei.

Simon Gautier, però, non è stato ancora trovato. Mercoledì la mamma del giovane, la signora Delphine Godard, ha raggiunto il Cilento per seguire da vicino le ricerche. La donna è convinta che il figlio sia ancora vivo: "Servono più uomini e più mezzi - ha dichiarato disperata - bisogna fare presto": Poi, ha denunciato: "Non ci sono abbastanza soccorritori da terra.

Servono speleologi ed alpinisti esperti ed addestrati in grado di recarsi in aree inaccessibili. Sono certa che Simon è precipitato in un crepaccio": Anche i tanti amici del 27enne via social, hanno chiesto maggiori aiuti: "Cerchiamo volontari - ha dichiarato preoccupata Katy - è necessario che i quotidiani rendano nota la sua scomparsa".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto