Sta continuando il suo tour nelle più note località turistiche italiane, Matteo Salvini, vicepremier e Ministro dell'Interno, nonché leader della Lega.

Questi ultimi comizi però cadono in un periodo particolare, in quanto negli scorsi giorni si è aperta la crisi di governo. Lo stesso Salvini ha detto che ormai così non si può andare avanti, in quanto la maggioranza non c'è più ormai e si litiga su tutto.

Il leghista infatti vorrebbe concludere opere importanti, come la Tav, ma su questo fronte trova la ferma opposizione dei Cinque Stelle. E proprio l'alta velocità è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso: in Senato i pentestellati hanno presentato una mozione, che è stata letteralmente bocciata. A quel punto la crisi è stata dietro l'angolo, e si è ufficializzata proprio nella giornata di ieri, quando la Lega ha presentato la sfiducia al Premier Giuseppe Conte.

Per questo "bisogna restituire la parola agli italiani", così ha detto ieri sera il Ministro al Wonder Beach Club situato tra Polignano a Mare e Mola di Bari.

Salvini: 'Reddito di cittadinanza per Emiliano'

Il "Capitano", così come viene chiamato dai suoi sostenitori, nel corso del suo comizio pugliese ha ribadito nuovamente che non si può andare avanti con i No, e l'Italia ha bisogno di sbloccare tante opere.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

Inoltre si augura che non ci siano governi tecnici di sorta dopo la crisi attuale. "Mi rifiuto di pensare che ci siano accordi Pd-M5S, che sarebbero una vergogna nazionale", ha tuonato il vicepremier dal palco del Wonder Beach. Il comizio di ieri sera ha chiuso il tour pugliese del Ministro, iniziato nello stesso pomeriggio a Peschici, sul Gargano, in provincia di Foggia.

Salvini ha avuto anche una stoccata per il governatore della Puglia, Michele Emiliano: "Gli daremo il Reddito di Cittadinanza" - ha detto il vicepremier riferendosi alle prossime elezioni regionali del 2020.

Flashmob di contestazione nel pomeriggio

L'arrivo di Matteo Salvini non è stato accolto positivamente da alcuni cittadini, i quali hanno organizzato, proprio poco prima dell'arrivo del politico, un flashmob in spiaggia, che aveva come tema proprio l'immigrazione e i tanti morti in mare. Come si sa, infatti, la Politica del Ministro dell'Interno è quella dei "porti chiusi", un atto che lui definisce necessario per fermare l'immigrazione clandestina e il traffico di essere umani.

Quella di ieri pomeriggio è stata una protesta pacifica, ideata da Viviana Bovino, della compagnia "Residui teatro". La donna ha radunato circa 30 persone provenienti da varie parti del mondo, che hanno ricordato i decessi in mare. Il tour di Salvini proseguirà oggi e domani in altre località della Penisola, lunedì invece sarà in Parlamento per spiegare i motivi che lo hanno portato ad aprire la crisi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto