Ancora un'altra vittima di una valanga, in un fine settimana che si può definire nero e tragico per gli appassionati di montagna. Dopo la slavina precipitata su una pista in Val Senales sabato mattina e che ha causato la morte tragica di una donna e due bambine, ieri un simile e tragico destino è toccato a un ex ciclista e guida alpina.

Valanga nelle Dolomiti travolge ex ciclista e guida alpina Andrea Concini

Intorno alle ore 11 di domenica 29 dicembre un grosso ammasso di neve si è staccato dalla parete sovrastante lo Spallone dei Massodi, vicino al rifugio Tuckett, nel gruppo delle Dolomiti del Brenta.

La cordata era composta da alpinisti e conoscitori dell'ambiente alpino, tra questi la guida Andrea Concini, residente a Tuenno in Val di Non. Due suoi compagni di cordata, rimasti illesi hanno subito contattato il soccorso alpino.

Gli operatori giunti sul posto purtroppo non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso e prestare le prime cure al quarto sci alpinista rimasto ferito. Il ragazzo in grave stato di ipotermia e con fratture sparse è stato trasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento non in pericolo di vita.

Valanga travolge e uccide ex ciclista amico di Formolo

Andrea Concini non era solo un'apprezzata guida alpina ma un ex ciclista che aveva corso fino ai dilettanti. In particolare gli appassionati toscani lo ricorderanno con la maglia di importanti squadre come la Petroli Firenze di Scandicci, dove aveva conosciuto anche Davide Formolo.

Concini aveva iniziato a correre in Trentino con la U.C. Val di Non per poi debuttare tra gli under 23 con la Trentino Ballan.

La carriera per il ragazzo, morto tragicamente sotto la valanga nelle Dolomiti del Brenta a 28 anni, sembrava promettere molto bene. Nel 2010 arriva anche il primo successo in un trofeo importante, come segnala il quotidiano La Nazione: vince la 60esima edizione della famosa Coppa Cicogna nel comune di Terranuova Bracciolini in provincia di Arezzo.

I funerali di Andrea avverranno il 31 dicembre alle ore 14 presso la chiesa di Tuenno.

Altri incidenti in montagna, valanga in pista travolge sciatori in Val Senales

Un weekend di sangue sulle montagne, iniziato sabato con una valanga arrivata in pista nel comprensorio di Val Senales. Sotto la neve purtroppo sono rimaste travolte e uccise una donna e una bambina, una terza bimba è purtroppo deceduta in ospedale una volta elitrasportata.

Intanto la pista è stata posta sotto sequestro e sono in corso tutti gli accertamenti per capire le cause del distacco, se causata da un gruppo di sci alpinisti fuori pista o dall'inversione termica in corso, oppure per le grandi cornici di neve riportata dal vento.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!