Nuovo sbarco di migranti nel Salento questa mattina intorno alle ore 6:30. Secondo quanto riferiscono i media locali, circa 30 persone sono state trovate nei pressi di Cerano, vicino Brindisi, mentre vagavano nelle campagne. La scoperta è stata fatta da una pattuglia di vigilanza dell'istituto Vigil Nova, la quale era impegnata nella sorveglianza di alcuni terreni agricoli della zona. I soggetti sbarcati sarebbero tutti di giovane età. Quando la guardia giurata gli ha avvistati gli stessi sono stati immediatamente fermati, mentre alcuni di loro hanno tentato di darsi alla fuga. In pochi minuti sul posto sono giunti i carabinieri e gli agenti della Guardia di Finanza chiamati dallo stesso vigilantes.

Indossavano mascherine chirurgiche

Lo sbarco è avvenuto proprio mentre il nostro Paese fronteggia una grave emergenza sanitaria. Tutti i migranti indossavano delle mascherine chirurgiche e molto probabilmente chi gli ha condotti sulle coste italiane era al corrente dell'emergenza sanitaria che il nostro Paese sta vivendo. Chi è fuggito è stato rintracciato poco dopo dalle Forze dell'Ordine.

Secondo quanto riferisce la testata giornalistica locale online Brindisi Report i soggetti hanno dichiarato di essere di nazionalità egiziana. Dell'accaduto è stato immediatamente informato il sindaco di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo, competente per territorio, il quale si è già attivato per fornire assistenza ai migranti e in queste ore si stanno espletando tutte le formalità di rito.

Le condizioni di salute di queste persone sarebbero all'apparenza buone: i migranti sono stati segnalati proprio mentre si toglievano gli abiti bagnati in campagna e li sostituivano con quelli puliti e asciutti.

Protezione Civile già attivata

La Protezione Civile locale si è già attivata per poter reperire indumenti e generi alimentari di prima necessità che potrebbero servire agli immigrati.

Adesso tutti loro saranno sottoposti a specifici accertamenti medici, al fine di accertarsi che la loro salute sia buona e che non abbiano malattie. In seguito saranno condotti in alcuni centri di accoglienza situati sul territorio provinciale.

La zona in cui sono sbarcati i migranti è abbastanza impervia, in quanto ci sono campagne e boschi che danno sulle falesie della costa.

Cerano, che si trova ad una decina di chilometri da Brindisi, è famosa per la presenza di una delle centrali termoelettriche più grandi d'Europa di proprietà dell'Enel intitolata a Federico II. Nelle prossime ore molto probabilmente si saprà qualche notizia in più su questo fatto di cronaca e sulle condizioni dei migranti.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!