La Protezione Civile ha diramato ieri 25 marzo il consueto bollettino sullo stato della diffusione del Coronavirus in Italia. Il totale dei positivi registrati nel nostro Paese sale a 74.386 con un incremento di 3.491 unità rispetto al saldo precedente (gli attualmente positivi, al netto di morti e guariti, è pari a 57.521). I morti crescono di 683 unità ed il totale da inizio crisi sale a 7.503. Cresce anche il numero dei guariti: 1.036, per un totale di 9.362. L’Organizzazione Mondiale della Sanità prevede per l’Italia il picco di contagi entro la prossima settimana.

Intanto prosegue l’azione del Governo e del Premier Giuseppe Conte che, dopo aver adottato l'ultimo DPCM del 22 marzo, è intervenuto ieri nell'Aula del Parlamento sullo stato del contagio. Le severe restrizioni e le incertezze sulla salute hanno spinto i lavoratori metalmeccanici e i benzinai a dichiarare stato di agitazione e scioperi. Intanto, mentre l’Unione Europea cerca di raggiungere un accordo sul sostegno economico agli Stati più in difficoltà, Cina e Russia continuano ad inviare in Italia equipaggiamenti sanitari e dottori.

Per quanto concerne gli altri Paesi è da segnalare la corsa degli Stati Uniti, ormai prossimi a raggiungere l’Italia come numero di contagi complessivi, e la difficile situazione della Spagna dove, nelle ultime 24 ore, si sono registrati oltre 700 decessi per Covid-19.

Aggiornamento bollettino del 25 marzo

La Protezione Civile e l’Istituto Superiore di Sanità hanno diramato ieri 25 marzo il nuovo bollettino sulla diffusione del Covid-19 in Italia.

Di seguito i dati su base regionale: continuo lieve miglioramento per la Lombardia che, pur restando la regione più colpita, registra 1.643 nuovi casi ed un totale che cresce a 32.346; in Emilia Romagna i nuovi casi di Covid-19 sono 800 per un totale complessivo di 10.054; i casi di coronavirus registrati ieri in Veneto sono 494 ed il totale sale così a 6.442; si aggrava la situazione in Piemonte dove i nuovi casi sono 509 ed il totale 6.024; in Toscana i positivi totali salgono a 2.972 per effetto dei 273 nuovi casi di ieri; difficile la situazione anche nelle Marche dove i nuovi casi di ieri (più 198) portano il totale regionale a 2.934; cresce in modo abbastanza sostenuto anche il contagio in Liguria dove si registrano 189 nuovi casi per un totale locale di 2.305; in Campania i nuovi contagiati sono 98 ed il totale sale a 1.199; nel Lazio i nuovi casi registrati sono 173 ed il totale regionale sale così a 1.901; in Sicilia i nuovi casi sono invece 148 e il totale è ora di 994; 147 nuovi contagiati in Friuli Venezia Giulia dove il totale sale a 1.139; in Abruzzo i casi di coronavirus totali salgono a 813 per effetto dei 124 nuovi casi di ieri; nelle ultime 24 ore la Puglia sale a 1.093 casi totali a causa dei 88 nuovi positivi registrati; in Umbria si registra un incremento di casi pari a 62 per un totale locale di 710; nella provincia autonoma di Bolzano i casi totali sono 858 ossia 77 in più; salgono anche in Calabria i casi totali, 351, per effetto delle 32 nuove positività registrate; in Sardegna si segnalano 21 casi in più, per un totale di 442; in Valle d’Aosta i casi complessivi si assestano a 401 per effetto dell’unico caso di ieri; nella provincia autonoma di Trento i nuovi casi di Covid-19 sono 112 ed il totale aggregato sale così a 1.222; in Basilicata si registrano 21 nuovi casi ed il totale regionale sale a 113; con 73 malati totali chiude il bollettino il Molise, che non registra nuovi casi.

La situazione in Europa e nel resto del Mondo

Secondo la Johns Hopkins University sono oltre 450.000 i casi accertati di coronavirus al Mondo, dove ormai ben 172 Paesi hanno dichiarato almeno un caso positivo. I morti avrebbero superato le 20.000 unità. Mentre l’Italia si avvicina alla Cina e rischia di diventare entro il weekend lo Stato con maggior numero di contagi e morti, gli Stati Uniti raggiungono quota 60.000 contagi e staccano gli altri Paesi in questa triste classifica. La Spagna totalizza circa 50.000 contagiati e oltre 3.400 morti. Crescono i contagi in tutti gli stati maggiori: Germania (oltre 35.000 casi accertati), Francia (circa 25.000 casi totali) e Inghilterra (raggiunta quota 10.000).

Nel Regno Unito è da segnalare la positività del Principe Carlo. Subito dopo a queste nazioni si posiziona la Svizzera che, con oltre 10.000 positivi, ha un tasso di Covid-19 su popolazione superiore a quello dell’Italia. La maggiore crescita in termini di contagio si è registrata ieri in Belgio, Portogallo e Olanda dove i malati di coronavirus aumentano di oltre il 10% .

Segui la nostra pagina Facebook!