Il titolare di una gelateria di Lucera, in provincia di Foggia, è stato multato venerdì 15 maggio in quanto, secondo le Forze dell'ordine, avrebbe contravvenuto alle disposizioni per contrastare la pandemia provocata dal nuovo Coronavirus. Da quanto si apprende dai media locali, in particolare dalla testata giornalistica online Foggia Today, l'uomo ha battuto uno scontrino poco dopo le 19:00 di sera. L'attività, come la maggior parte dei negozi, ha osservato due mesi di chiusura a causa del lockdown. Al proprietario questa mattina, 16 maggio, gli è stato notificato che la sua gelateria dovrà chiudere per cinque giorni e l'uomo dovrà pagare anche una salata multa.

Il titolare: 'Rispettate tutte le regole anti Covid-19'

L'uomo si è sfogato sui suoi profili social, in particolare su Facebook, dove ha raccontato la sua disavventura. Secondo il titolare la sua attività ha rispettato tutte le regole governative in materia di contenimento della malattia Covid-19. "In questi giorni ci siamo affannati per preparare un buon gelato ed accontentare tutti i gusti dei nostri clienti", ha raccontato il titolare della gelateria. Quanto accaduto ha davvero rammaricato l'imprenditore che, certamente, non si aspettava un inizio del genere. Infatti, nelle scorse ore il titolare ha ricevuto la visita di un'auto blu dalla quale sono scese delle persone che gli hanno chiesto lo scontrino fiscale.

A quel punto l'uomo, senza remore, ha fatto vedere quanto richiesto. Gli ultimi clienti della fila stavano per andare via.

La multa e il divieto di riaprire per i prossimi cinque giorni

Le forze di polizia, che stavano svolgendo dei controlli anti assembramento nella cittadina dauna, hanno comunicato al titolare dell'attività commerciale che era in contravvenzione, in quanto vige una precisa ordinanza comunale.

L'uomo ha dichiarato agli inquirenti che stava per chiudere, ma chi ha controllato l'attività non ha voluto sentire ragioni. Le Forze dell'ordine sono tornate quindi questa mattina, 16 maggio, a mezzogiorno, notificando il divieto di apertura della gelateria per i prossimi cinque giorni come sanzione accessoria.

"Di male in peggio", ha concluso il titolare dell'attività. Sicuramente nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, si potranno conoscere ulteriori dettagli su questa vicenda che sta facendo discutere tutta la Puglia. Il prossimo 18 maggio, come deciso dal governo, bar e ristoranti potranno riprendere ad accogliere i clienti al loro interno, rispettando sempre le misure di distanziamento sociale.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!