Roberta Agosti, ciclista e compagna di Marco Vela ha perso la vita a causa di un tragico incidente a Castel Venzago, nel bresciano. Secondo le prime indiscrezioni, la ciclista sarebbe stata travolta da un camion durante un allenamento su strada nella campagna bresciana. La dinamica è al vaglio degli inquirenti. Al momento dell'incidente era presente anche il compagno della vittima, insieme a un gruppo di amici.

Roberta Agosti si allenava con il compagno Marco Vela e un gruppo di amici

Un grave lutto ha colpito il mondo del Ciclismo: Roberta Agosti è deceduta a 51 anni, mentre era in sella alla sua bicicletta.

L'atleta si trovava a Castel Venzago, in una strada di campagna, diretta verso Lonato, e si stava allenando in gruppo, in compagnia di Marco Velo, ex professionista e oggi assistente del commissario tecnico della nazionale italiana, Davide Cassani. Secondo una prima ricostruzione ricavata dalle testimonianze raccolte, il gruppo di amici stava procedendo pedalando lungo un tratto relativamente tranquillo, in leggera salita. Improvvisamente, la bicicletta di Roberta Agosti sarebbe stata travolta da un camion-cisterna che trasportava del latte, proveniente dalla direzione opposta.

Il camion sarebbe sopraggiunto dalla direzione opposta travolgendo la ciclista

L'ambulanza e l'elisoccorso sono giunti immediatamente sul posto, ma per salvare la vita alla donna purtroppo non c'è stato niente da fare da parte del personale sanitario.

La dinamica dell'incidente che è costato la vita a Roberta Agosti è ancora al vaglio degli inquirenti. Le forze dell'ordine con gli opportuni sopralluoghi e le testimonianze dei presenti dovranno ricostruire cosa possa essere accaduto nella strada di campagna del bresciano.

Roberta Agosti coltivava la sua passione per il ciclismo insieme al suo compagno, Marco Velo.

Spesso la ciclista sceglieva proprio lui per allenarsi in gruppo su strada. L'atleta era tesserata per il team Millenium di Brescia e ha perso la vita sul colpo, a causa della violenza dell'impatto che le ha provocato gravissime ferite.

La dinamica dell'incidente è ancora al vaglio degli inquirenti

La tragedia ha colpito tutto il mondo sportivo che appena appresa la notizia si è stretto attorno al dolore di Velo il quale ha dovuto assistere alla terribile scena che ha strappato alla vita la sua compagna.

Il professionista aveva lasciato le due ruote nel 2010 per dedicarsi alla direzione sportiva della Quick Step. Oggi, Marco Velo è il selezionatore sella squadra di ciclismo maschile su strada per la nazionale italiana ed è il braccio destro del commissario tecnico Davide Cassani.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!