Da oggi, 1° luglio, in Puglia il trasporto pubblico riprende a pieno regime. Il presidente Michele Emiliano ha firmato nelle scorse ore un'ordinanza con la quale si dà il via libera anche a taxi, veicoli a noleggio con conducente e autobus a fini turistici.

Nelle settimane precedenti i mezzi pubblici, in tutta la regione, avevano viaggiato a capienza ridotta nel rispetto delle norme legate al contenimento del contagio da coronavirus. Adesso, invece, in seguito alla nuova ordinanza, è possibile tornare ad occupare tutti i posti a sedere per il trasporto pubblico regionale di linea ed extraurbano.

I passeggeri dovranno comunque evitare di accomodarsi nei posti che si trovano vicino al conducente. Permane l'obbligo di indossare la mascherina. Anche i treni potranno viaggiare a capienza massima.

Ripristinate interamente le corse

Sempre a decorrere da oggi, 1° luglio, verrà incrementata la frequenza delle corse di autobus e treni. Le società del trasporto pubblico avranno comunque il compito di monitorare costantemente la situazione e dovranno rispettare quanto stabilito dagli allegati 14 e 15 del Dpcm dell'11 giugno 2020: nella fattispecie, le aziende dovranno comunicare alla Regione Puglia, con cadenza settimanale, i dati giornalieri relativi ai servizi offerti. Si dovrà segnalare anche la frequenza con la quale i mezzi pubblici verranno utilizzati dai passeggeri.

La regione Puglia ha stabilito che sarà vietato entrare nei mezzi pubblici se si accuseranno sintomi riconducibili alla Covid-19 come febbre e tosse. Inoltre, a bordo di autobus e treni dovrà essere effettuata un'adeguata campagna di sensibilizzazione dell'utenza sull'importanza di utilizzare gli strumenti di tracciamento come l'applicazione Immuni che serve proprio per il controllo dei contatti nel rispetto della privacy.

I mezzi di trasporto pubblico dovranno essere sanificati periodicamente

Le società che operano nel trasporto pubblico avranno l'obbligo di igienizzare periodicamente tutti i mezzi, soprattutto le parti maggiormente esposte al contatto con i passeggeri. Come sta già avvenendo da diverse settimane sia in Puglia che nel resto del paese, a bordo dei veicoli pubblici dovranno esserci dispenser di soluzioni disinfettanti.

Gli impianti di condizionamento andranno costantemente sanificati o, in alternativa, bisognerà garantire un'apertura prolungata delle porte durante le fermate per consentire una maggiore circolazione dell'aria. Infine andrà introdotta una diversificazione tra porte d'entrata e di uscita.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!