Una donna di 49 anni, Nada Cava, residente a San Giovanni di Colonnella, in provincia di Teramo, negli scorsi giorni è risultata positiva per la 19esima volta al test per il riscontro alla positività riguardo il Coronavirus. La signora sei mesi fa ha effettuato il primo tampone, risultando positiva. Da allora, come spiega lei stessa ai media nazionali, la sua vita è diventata un labirinto. Nelle scorse settimane ha deciso di rendere nota la sua storia attraverso le pagine del quotidiano Il Messaggero. La 49enne ha spiegato che vive da sola ed è anche separata: dall'ex marito non percepisce alcun tipo di sostentamento.

Il 20 luglio scorso Nada è arrivata al suo 13esimo tampone, poi per lei si è aperta una piccola speranza, in quanto uno dei test effettuati risultò negativo. Adesso le autorità sanitarie hanno prolungato di un altro mese la quarantena e nelle scorse ore l'azienda per la quale lavora gli ha fatto recapitare la lettera di licenziamento.

Nada Cava: 'Penso e spero che si tratti di un brutto sogno'

La 49enne è originaria delle Marche, ma ormai da diverso tempo vive in Abruzzo. Ha scoperto di essere positiva alla malattia Covid-19 il 13 marzo scorso. Da allora sono passati circa 170 giorni. La donna lavorava come banconista in un supermercato abruzzese e non appena ha scoperto di essere positiva ha richiesto all'azienda di mettersi in malattia. "Non mi sento bene" - così ha dichiarato Nada.

A breve la donna sarà portata presso il Covid Hospital di Pescara, dove le diranno se sia idonea alla cura con il plasma iperimmune, sostanza che contiene gli anticorpi utili a combattere il virus. Sempre dal racconto di Nada si apprende che già la scorsa settimana lei è stata presso l'ospedale di Pescara, ma in quell'occasione i sanitari le hanno fatto solo un day hospital.

La donna era fiduciosa che proprio quel giorno sarebbe iniziata la terapia e il suo percorso verso una possibile guarigione. "Spesso penso e spero che si tratti solo di un brutto sogno" - questo è il commento finale che la donna ha rilasciati ai media.

Contagi da coronavirus in aumento anche in Abruzzo

In queste ultime settimane anche in Italia stanno aumentando nuovamente i contagi provocati dal Sars-CoV-2.

Il bollettino di ieri 28 agosto ha fatto registrare altri 20 nuovi casi di contagio in Abruzzo. Secondo le autorità sanitarie locali si tratta di persone di età compresa tra 8 e 71 anni. Gli attualmente positivi nella regione sono 383. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono stati eseguiti complessivamente, sempre in Abruzzo, 153.133 test.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!