Una rissa tra bande ha avuto luogo nella serata del 16 settembre a Biella presso il quartiere periferico de Il Villaggio Lamarmora. La colluttazione, riconducibile a un regolamento di conti tra due famiglie rivali, si è verificata intorno alle ore 22:00: nello scontro c'erano almeno venti persone, tra cui donne e ragazzi, tutti armati di bastoni e coltelli. Il bilancio al termine della rissa è di due feriti, tra cui uno che versa in condizioni molto serie: il malcapitato risulterebbe essere stato colpito ad un occhio da una scacciacani modificata.

Usate anche armi da fuoco

L'ipotesi di un colpo di pistola esploso durante la rissa è stato confermato da alcuni residenti del rione biellese: numerose testimonianze di vari spari uditi sono state consegnate alle autorità competenti.

Il movente dell'aggressione tra le band non condurrebbe comunque al recente sequestro di eroina, almeno 700 grammi, scoperto dalla Guardia di Finanza. I cattivi rapporti tra le due famiglie risulterebbero avere radici lontane e le prime frizioni, poco dopo sfociate in rissa, sarebbero iniziate durante il corso delle ore pomeridiane. Agli scontri - stando a quanto rivelato dagli inquirenti - avrebbero preso parte anche alcune persone arrivate da fuori città per dar manforte alle due famiglie in conflitto.

La polizia e i soccorsi hanno evitato ulteriori danni

Poco dopo l'inizio del pestaggio i testimoni hanno immediatamente fatto scattare l'allarme, facendo arrivare sul luogo gli agenti della Squadra mobile, le volanti e diverse pattuglie di carabinieri e Guardia di Finanza.

Con l'arrivo dell'ambulanza i due malcapitati rimasti feriti sono stati immediatamente trasportati all'ospedale di Ponderano. Il giovane ferito all'occhio, invece, è stato condotto urgentemente all'ospedale di Novara. Per il ragazzo, il caso più grave, è stato necessario un serio intervento chirurgico: il giovane è considerato in pericolo di vita a causa di alcuni ematomi riportati.

Le condizioni del ferito saranno da monitorare a più riprese durante il corso delle prossime ore.

Per l'accaduto si contano varie denunce per rissa aggravata, con almeno quattro persone arrestate in attesa di giudizio. La polizia per avere un quadro più completo della situazione starebbe mettendo sotto la lente d'ingrandimento tutti gli indagati. Sulla vicenda al momento regna la più totale riservatezza.

La traversa di Corso53/o Fanteria nel quartiere della città piemontese, luogo in cui si è tenuta la rissa, era già stata teatro di simili episodi criminosi nei mesi scorsi.

Segui la nostra pagina Facebook!