Hashish, cocaina e denaro in contante nelle tasche e nell'abitazione. Ieri mattina, 11 novembre, in manette con l'accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti è finito il cagliaritano M. C., 25 anni. Gli agenti della Squadra volanti della questura di Cagliari l'hanno fermato, nel quartiere cagliaritano di Sant'Elia, a bordo di un'auto in compagnia di un amico. Cirina, dopo tutti i controlli di rito, è stato rinchiuso in una cella del carcere di Uta, in attesa del processo per direttissima che si svolgerà in un'aula del Tribunale di Cagliari. Il giovane si dovrà trovare un avvocato che lo difenda dalle accuse mosse dalla Procura.

I poliziotti , dopo la perquisizione personale, hanno infatti trovato addosso al giovane due panetti di hashish, cocaina, divisa in cinque dosi e 410 euro in banconote di piccolo taglio, secondo gli agenti frutto della vendita della droga. Il giovane che si trovava con lui, dopo i controlli, è stato rimesso in libertà.

Controllo di routine

Secondo quando ricostruito, ieri mattina alcuni agenti della Squadra volanti della questura erano impegnati in un normale giro di controllo per le vie di Cagliari: arrivati all'altezza di via San Bartolomeo, nel quartiere cagliaritano di Sant'Elia, hanno incrociato un'auto con a bordo due giovani che uscivano dal quartiere e li hanno fermati per un normale controllo. A quel punto i poliziotti hanno chiesto i documenti ai due giovani e hanno notato che uno di loro, il guidatore, mostrava particolari segni di insofferenza e nervosismo.

Proprio per questo motivo gli agenti hanno deciso di vederci chiaro ed hanno effettuato una prima perquisizione personale ed anche all'interno dell'auto. Il controllo ha dato esito positivo. Nelle tasche del giovane i poliziotti hanno infatti trovato due panetti di hashish, per un totale di circa 200 grammi. Oltre che 8 grammi di cocaina, divisa in dosi pronte per essere spacciate e 410 euro in banconote di piccolo taglio.

L'amico dell'arrestato invece, anche lui perquisito, è risultato pulito: non aveva niente addosso.

Perquisizione domiciliare

Dopo i controlli nell'auto del giovane gli agenti di polizia hanno esteso la perquisizione all'abitazione del 25enne, nel quartiere cagliaritano di Sant'Elia. Una volta entrati nell'appartamento il ragazzo, credendo di non essere visto, ha afferrato un borsello e l'ha gettato dalla finestra.

Il pacco è finito nel cortile del condominio del palazzo ed è stato subito recuperato dagli agenti. Al suo interno i poliziotti hanno trovato 70 grammi di cocaina, nascosta all'interno di tre buste. A quel punto, con l'aiuto del cane antidroga "Grizly" della Guardia di finanza, hanno iniziato la perquisizione all'interno dell'appartamento dove hanno trovato altra droga, nascosta in diversi punti della casa. Gli agenti hanno anche recuperato un bilancino di precisione, utilizzato per pesare la droga, oltre che altri 1.430 euro in banconote di piccolo taglio, probabilmente anche queste frutto della vendita dello stupefacente.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!