Il bilancio del maltempo che ha colpito la Calabria negli ultimi giorni è di un decesso. Un uomo è infatti deceduto poche ora fa nel cosentino dopo essere stato colpito dal comignolo della propria abitazione nella giornata di sabato 21 novembre. Il comignolo si è staccato dal tetto a causa del forte vento che interessava l'area. L'uomo è stato tempestivamente soccorso e trasportato in ospedale, dove le sue condizioni di salute si sono progressivamente aggravate fino a quando non è sopraggiunto il decesso. Intanto nel resto della Calabria si continua a lavorare per mettere in sicurezza il territorio.

Belvedere Marittimo, un uomo muore a causa del maltempo

Nella giornata di sabato 21 novembre un uomo di 76 anni è stato colpito dal comignolo della propria abitazione situata nel comune di Belvedere Marittimo, in provincia di Cosenza. Da quanto sarebbe emerso, in tutta la fascia tirrenica, era presente del forte vento. Proprio il vento avrebbe infatti staccato il comignolo dal tetto dell'abitazione che ha colpito sul capo l'anziano che si trovava sulla porta di ingresso. I soccorsi del 118 sono intervenuti tempestivamente e dopo averlo stabilizzato l'hanno trasportato tramite un'ambulanza presso l'ospedale di Cetraro, dove è stato ricoverato.

Le sue condizioni di salute, in un primo momento, non sono sembrate essere gravi, ma con il trascorrere delle ore, il trauma cranico riportato si è aggravato e per questo motivo è stato trasportato d'urgenza presso l'ospedale Annunziata di Cosenza.

Il personale medico ha quindi tentato di fare il possibile per poterlo salvare, ma alla fine è sopraggiunto il decesso. L’intera comunità di Belvedere piange per la morte dell'uomo dovuto a una pura fatalità. La vittima dell’incidente era benvoluta, lo dimostrano le attestazioni di affetto giunte sui social.

In Calabria diversi danni per il maltempo

Le ultime ore per la Calabria sono risultate essere molto difficili a causa del maltempo che ha interessato la regione. La zona più colpita è stata quella del crotonese, ma si contano danni anche altrove. Nella città di Paola, ad esempio, a causa delle forti raffiche di vento, la tenda pre triage montata nel piazzale dell'ospedale San Francesco è andata letteralmente distrutta.

Nei pressi del comune di San Nicola Arcella, invece, un mezzo pesante che stava transitando su un viadotto, sempre a causa del forte vento, è stato sbalzato sulle barriere di protezioni che fiancheggiano la carreggiata. Fortuna ha voluto che il mezzo restasse ancorato sull'asfalto. A Crotone diverse zone della città si sono invece allagate. Nel complesso, la situazione continua a rimanere difficile.

Segui la pagina Calabria
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!