Il famoso attore francese Gérard Depardieu, che dal 2013 è divenuto anche cittadino russo, pare sia in guai seri per una denuncia effettuata a suo carico nell'estate del 2018. L'attore per quell'evento è attualmente sotto inchiesta per violenze sessuali nonchè per stupro, reati che avrebbe consumato e sempre negati, ciò riferito dal suo legale. Il fatto sarebbe avvenuto ai danni di una giovane attrice di 20 anni che nel fine agosto del 2018 ha denunciato il tutto alla polizia Lambesc, nel sud della Francia.

La denuncia ai danni di Depardieu

La vittima a suo tempo aveva presentato la sua denuncia affermando di avere subito abusi nella residenza parigina dello stesso Depardieu per ben due volte, il 7 e il 13 agosto, due volte prima di effettuare alcune riprese in programmazione per entrambi.

In un primo momento il caso era stata archiviato, questo fino a quando la donna nell'estate del 2020 è riuscita a ottenerne la riapertura. L'avvocato del famoso attore, Hérvé Témime, è stato contattato dall'Agence France Presse e lo stesso pare abbia affermato di deprecare il fatto che questa vicenda sia stata resa pubblica.

Depardieu libero nonostante la denuncia

Depardieu dal momento della denuncia è stato lasciato libero e incontrollato a livello giudiziario continuando a respingere completamente tutti i reati che gli vengono addebitati. Secondo fonti all'interno dell'inchiesta da persone vicine all'attore è stato riferito che la star parigina in questione sia un amico di famiglia della vittima.

Il procedimento giudiziario in questione ai danni di Depardieu inizialmente era stato affidato al tribunale di Aix-en-Provence e attualmente il tutto è stato trasferito nelle mani dei giudici parigini.

La vittima è riuscita a fare riaprire il caso nonostante l'archiviazione del 2019

Al termine dei nove mesi preliminari dovuti al caso in questione, nella primavera del 2019 il caso era stato archiviato dal pubblico ministero con la spiegazione che le indagini non avevano consentito di ottenere prove sufficienti per valutare al meglio tutte le infrazioni denunciate nella vicenda.

Nell'agosto del 2020 però la giovane attrice riuscì, attraverso una nuova denuncia come parte civile, a fare riaprire il caso. Questo per merito di un ricorso che permette di poter designare automaticamente un giudice per far sì che le indagini vengano rilanciate. La legale dell'attrice, Elodie Tuaillon Hibon, contattata dalla stampa transalpina ha richiesto che la vita privata e l'intimità della sua assistita vengano rispettate.

Segui la pagina Cinema
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!