Una nuova lettera è al vaglio della Procura di Marsala. Il nuovo documento è emerso nel corso della puntata dell’8 giugno di Ore 14, il programma di Rai 2 che è tornato con tre appuntamenti speciali dedicati alla scomparsa di Denise Pipitone. Come spiegato da Milo Infante la missiva non è anonima: “Si tratta di una persona che ci mette faccia, nome e cognome e anche precedenti” - ha precisato il conduttore televisivo che ha aggiunto che l’autore dello scritto non è un collaboratore di giustizia.

Successivamente sono stati riportati alcuni stralci della lettera: “Ho frequentato molto Claudio Corona ed ho tante cose da dire per tutelare me e la mia famiglia.

Donne e bambini non si toccano” - ha scritto la persona che ha deciso di uscire allo scoperto con elementi che ora sono al vaglio degli inquirenti. Durante la trasmissione è stato precisato che il fratello di Anna Corona non è indagato ma che il testimone misterioso ha fatto pesanti dichiarazioni nei suoi confronti.

Denise Pipitone, spunta una nuova lettera: 'Questa volta non è anonima'

L’indagine relativa al caso Denise Pipitone potrebbe subire un nuovo scossone dopo la missiva inviata nelle scorse ore da una persona che ha riferito di essere a conoscenza di fatti rilevanti sulla scomparsa della bambina. Il nuovo documento è emerso nel corso della puntata dell’8 giugno di Ore 14 con Milo Infante che ha precisato che non si tratta di segnalazioni che arrivano da un anonimo.

Sta crollando il muro dell’omertà” - ha sottolineato il conduttore televisivo del programma di Rai 2 che ha spiegato che l’autore della lettera è una persona in "carne ed ossa" puntualizzando che non avrebbe divulgato l’intero contenuto della lettera ma soltanto alcuni stralci. “Non vogliamo che una parola di troppo possa pregiudicare l’indagine” - ha riferito il giornalista evidenziando che le parti rilevanti della missiva devono restare a disposizione degli investigatori.

Il testimone misterioso: 'Ho frequentato Claudio Corona'

Nella lettera il testimone misterioso ha spiegato di aver a lungo frequentato Claudio Corona. “Ho tanto da dire per tutelare la mia famiglia e forse scoprire la verità sulla scomparsa di Denise Pipitone”. Secondo quanto riferito da Milo Infante il fratello di Anna Corona è stato tirato in ballo dall’autore della missiva.

“È una persona che dice cose piuttosto nette e precise” - ha aggiunto il conduttore di Ore 14 precisando che Claudio Corona non è indagato.

“Quella lettera va protetta perché ad oggi è l’elemento più prezioso che abbiamo” - ha affermato la criminologa Roberta Bruzzone, ospite della trasmissione televisiva di Rai 2 che ha dedicato tre puntate speciale a Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo il 1° settembre 2004. Nelle ore successive il legale di Claudio Corona è intervenuto a La Vita in diretta ed ha sottolineato che il suo assistito è estraneo ai fatti e che in passato è stato ascoltato dall’ex pm Maria Angioni.