Quando lo stomaco chiama, si può rispondere con…un gustoso centrifugato! Infatti, il centrifugato è un ottimo spuntino, in grado di sfruttare gli alimenti fino alla loro ultima goccia di succo, salvaguardando allo stesso tempo il loro patrimonio vitaminico e minerale. Oltretutto, bere un centrifugato è la maniera più facile per dare una mano al fisico a bruciare grassi e zuccheri grazie alle vitamine e ai sali minerali contenuti nella frutta e nella verdura. Qui di seguito spiegheremo come preparare questo prezioso alleato per la Salute.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Salute

Ricette di centrifugati di frutta e verdura adatti ai mesi invernali

I centrifugati proposti di seguito sono centrifugati rigorosamente light perché apportano in media circa 100 calorie.

Centrifugato arancione (circa 100 calorie)

Ingredienti

  • 130 g di mele;
  • 130 g di carote.

Preparazione

Lavare accuratamente le carote e le mele usando uno spazzolino morbido. Dopo averle tagliate a pezzetti di media grandezza, inserirle nella centrifuga e frullarle per qualche minuto.

Centrifugato di carciofi (circa 90 calorie)

Ingredienti

  • 400 g di carciofi;
  • sale q.b.;
  • pepe q.b.;
  • origano q.b.;
  • 2 foglie di basilico;
  • 1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva
  • ½ bicchiere d’acqua.

Preparazione

Pulire i carciofi, togliendo le foglie più esterne. Lavare il basilico e centrifugare insieme tutti gli ingredienti.

Centrifugato di finocchi (circa 90 calorie)

Ingredienti

  • 130 g di finocchi;
  • 50 g di sedano;
  • 110 g di pompelmo.

Preparazione

Lavare accuratamente sotto acqua corrente fredda e tagliare sottilmente a fettine i finocchi e il sedano.

Togliere la buccia al pompelmo, avendo cura di preservare la pellicola bianca. Unire i finocchi e il sedano al pompelmo e centrifugare tutto insieme.

Centrifugato di mele (circa 110 calorie)

Ingredienti

  • 130 g di mele;
  • 70 g di arance;
  • 10 g di miele.

Preparazione

Lavare le mele, togliere i torsoli e i piccioli e tagliare le mele a pezzettini. Sbucciare e tagliare a pezzetti le arance. Inserire tutto nella centrifuga insieme al miele.

Centrifugato energetico (circa 200 calorie)

Ingredienti

  • 200 g di mele;
  • 100 g di banane;
  • 15 g di miele.

Preparazione

Sbucciare e tagliare le mele e le banane, quindi inserirle nella centrifuga e infine aggiungere il miele.

Come scegliere e trattare la frutta e la verdura per i centrifugati

In negozio

  • Per assicurarsi che frutta e verdura non siano contaminate da disinfettanti o da altri agenti chimici, si dovrebbero acquistare soltanto i prodotti provenienti da coltivazioni controllate.
  • Sarebbe preferibile prendere alimenti sempre freschi e mai avvizziti. Ci sono alcuni particolari importanti che possono aiutare a controllare se un alimento è o non è fresco. Per esempio, il picciolo o il gambo deve essere ancora verde, non secco e legnoso, e la buccia deve presentarsi liscia e tesa, non già rugosa.
  • La verdura, soprattutto quella a foglie, deve essere croccante e non flaccida.
  • Non conviene fare grandi scorte di frutta e verdura. Meglio uscire per una passeggiata in più dal fruttivendolo o al supermercato, così da comprare i prodotti di giornata e avere una buona scusa per fare quattro passi.

A casa

  • La verdura deve essere lavata accuratamente sotto acqua corrente fredda e spogliata delle foglie più esterne, se si tratta di insalata o carciofi, o delle parti ammaccate, se si tratta di pomodori.
  • Invece, la frutta deve essere alleggerita del picciolo e del torsolo.
  • La buccia di agrumi, ananas, cocomero, kiwi e melone andrebbe sempre tolta, mentre sarebbe più opportuno lasciarla agli altri frutti perché è ricca di vitamine.
  • Prima di inserire la frutta e la verdura nella centrifuga, è meglio tagliarla a pezzetti, in modo da rendere il lavoro dell’elettrodomestico più veloce.
  • Sarebbe preferibile consumare il centrifugato appena pronto e non farlo riposare neanche in frigorifero perché alcune vitamine, come la vitamina C, decadono dopo pochi minuti, per cui smettono di essere disponibili per l’organismo.